Il Cerignola femminile sbanca Canosa e conquista la finale contro il Garganus: nonostante le avversità di un campo esterno, le ofantine portano a casa il risultato di 1-7 contro il Futsal Canosa e dimostrano di aver carattere, grazie al maggior possesso palla ed un gioco accattivante determinato da una scatenata Guercia ed un’insaziabile Frisani. Grandi prestazioni anche per il portiere Perchinunno che, nonostante i pochi tentativi locali, riesce con maestria ed eleganza a bloccare i colpi delle avversarie. Mister Sciscio ha schierato: Perchinunno in porta, Dantone e Frisani sulle fasce, il capitano Dilucia in difesa e Guercia in attacco. Per il Futsal Canosa, in campo: Sciannamea, Procacci, Dellatte, Carlone e Nardò.

Grande partenza per le ospiti nel primo tempo: Frisani prima sfiora il goal, poi colpisce la traversa ma è la compagna Guercia sbloccare il risultato con un gran destro. Il gioco prosegue senza intoppi, fin quando entrambe le squadre chiamano il cambio (per il Futsal Canosa esce Carlone ed entra Sena, per il Cerignola invece Guercia lascia spazio a Di Bari): proprio Sena commette fallo per due volte consecutive, infastidendo le ospiti prima con un tocco di mano e poi con la strattonata sulla Dantone. Con i nervi tesi ed una partita da vincere a tutti i costi, Sciscio fa rientrare Guercia al posto di Dilucia e l’impatto è immediato: il pivot ruba palla alle rossoblu e Frisani spiazza Sciannamea con un tiro dall’area.

Forti dello 0-2 di metà gara, nella ripresa le gialloblu ridominano la scena con una prova di alto livello, creando scintille sia in difesa che in attacco: Guercia segna il suo secondo goal su assist di Frisani; Sciannamea subisce il cartellino rosso per essere uscita dall’area bloccando l’azione di gioco di Dilucia; Di Bari insiste con il 5-0. Ad otto minuti dalla fine, mister Sciscio ridisegna il quintetto (Dilucia lascia spazio a Frisani, Perchinunno è rilevata da Pugliese e Di Bari cede il suo posto alla baby G. Perchinunno). Procacci ne approfitta piazzando il 5-1: con la vittoria senza subire reti ormai sfumata, le cerignolane ampliano il già netto vantaggio, andando a segno con l’autogoal di Brisichella e la realizzazione in area di Dilucia. Nel prossimo turno, il Cerignola sarà ospite del S. Marco, per la semifinale di Coppa Italia.

Questo slideshow richiede JavaScript.