Palazzo di città

È stato pubblicato oggi sul sito del Comune di Cerignola, all’indirizzo www.comune.cerignola.fg.it, l’Avviso Pubblico per la gestione dei servizi di Segretariato Sociale e della Porta Unica di Accesso (PUA). Si tratta di due importanti interventi di welfare con cui l’Ambito Territoriale di Cerignola, attraverso lo strumento del Piano Sociale di Zona, mira a favorire l’integrazione sociale e socio-sanitaria dei cittadini residenti nei comuni di Cerignola (ente capofila), Orta Nova, Carapelle, Ordona, Stornara e Stornarella.

L’operatore economico aggiudicatario dell’appalto dovrà svolgere il servizio nei locali posti al piano terra del Palazzo di Città del Comune di Cerignola, siti in Piazza della Repubblica. Al servizio – che sarà garantito anche in ciascuno dei Comuni dell’Ambito coinvolti grazie all’apertura di una sede dedicata – potranno rivolgersi tutti i cittadini, italiani e migranti, che vivono nel territorio. La durata dell’appalto è di 12 (dodici) mesi. Il servizio di Segretariato Sociale opera come sportello per l’accesso ai servizi socio assistenziali e sociosanitari, svolge attività d’informazione, di accoglienza, di accompagnamento, di ascolto e di orientamento sui diritti di cittadinanza, nel rispetto dei principi di semplificazione, trasparenza e pari opportunità nell’accesso. La Porta Unica di Accesso, invece, svolge attività di informazione ed orientamento ai cittadini sui diritti e le opportunità sociali, sui servizi e gli interventi del sistema locale, nel rispetto dei principi di semplificazione, trasparenza e pari opportunità nell’accesso.

Gli aggiudicatari del servizio dovranno interfacciarsi costantemente con l’Amministrazione Comunale, con l’Azienda Sanitaria Locale e con tutta la rete di soggetti che si occupano della gestione degli interventi socio sanitari sul territorio. “Procediamo a grandi passi sulla direttrice della fruibilità ed accessibilità dei servizi da parte degli utenti – commenta il presidente del coordinamento istituzionale dell’Ambito di Cerignola, Rino Pezzano-, dando concretezza all’accordo stipulato tra i Comuni dell’Ambito di Zona nel dicembre del 2013 per la gestione associata delle funzioni e dei servizi socio-assistenziali, ma soprattutto – aggiunge- creiamo un luogo dove garantiamo ai cittadini funzione di orientamento, di osservatorio e monitoraggio dei bisogni e delle risorse, funzioni di trasparenza e fiducia nei rapporti tra cittadino e servizi, con la possibilità -conclude- di allargare la rete di collegamenti oltre i confini dell’Ambito, comprendendo anche i Comuni della provincia Bat e della regione Basilicata”.

Possono partecipare alla gara soggetti privati senza finalità di lucro, soggetti del terzo settore e soggetti con finalità di lucro operanti nell’ambito dei servizi alla persona, in forma individuale o associata, secondo le modalità specificate nell’avviso.

CONDIVIDI