Ieri, venerdì 12 maggio, ha avuto luogo nel tardo pomeriggio l’assemblea della locale Pro Loco. Un incontro partecipato in cui l’associazione ha voluto rendicondare sulle attività svolte e sui programmi futuri.

Il presidente Antonio Galli comunica in assemblea di aver ricevuto dal Sindaco un elenco di “nuove leve” da iscrivere alla Pro Loco affinché si possa uscire da una situazione stantia. Galli compiaciuto di queste nuove “collaborazioni” invita Metta a parlare, ma il Primo Cittadino dice di voler ascoltare rimandando così il proprio intervento.

Gli animi si sono surriscaldati quando è intervenuto, poco dopo le 22,00 Marcello Colopi, che ha ingaggiato un botta e risposta acceso con il Presidente Galli sulla poca presenza della Pro Loco sul territorio. L’intervento successivo è di Franco Metta.

Dopo aver sottolineato la poca umiltà di Galli, il Sindaco parte all’attacco: «voglio sapere che cosa volete fare in futuro. Questa Assemblea l’ho voluta io e mi sono stancato delle conferenze con le stesse persone. Noi dobbiamo fare inviti a chi deve darci risalto fuori. La Pro Loco deve essere la casa di tutte le associazioni presenti a Cerignola. Io voglio sentire da chi dirige, un progetto che guardi lontano, non mi intetessa di sentire che venite qui a pulire, a preparare le sale, a fare concerti, ad aprire il museo. Vorrei che la Pro Loco mi sottoponesse un progetto di Pro Loco». E ancora parole nei confronti di alcuni presenti. «Qui la luce la paga il comune», rivendica Metta.

Seguono altri interventi ma Franco Metta non si trattiene. «Che cosa credete che questa – riferendosi ai locali che ospitano il Polo Museale – è roba vostra? Questa è roba mia», ovvero del Comune. «Quando andrò a casa vedrò come risolvere questa situazione» tuona il cicognino. E non mancano i rimproveri al presidente della Pro Loco reo, secondo Metta, di aver impiegato un anno e mezzo per indire l’assemblea di un’associazione che non ha mai aperto una campagna iscrizioni. «Qui voi della Pro Loco non siete padroni e avevate paura di fare l’assemblea» è una delle ultime frasi prima di abbandonare l’assemblea con al seguito alcuni accoliti.

A margine dell’incontro nessuna replica da parte della Pro Loco, che preferisce buttare acqua sul fuoco, convinti che alcuni interventi, tra cui quello del Sindaco, siano decifrabili come mera provocazione. A far da contorno alcune voci circolate nei mesi scorsi; ovvero la richiesta inoltrata alla Pro Loco regionale da alcuni “cerignolani” per procedere all’apertura di un nuovo circolo cittadino. Richiesta che non ha trovato riscontri positivi a causa di alcuni cavilli statutari.

Seppur è vero che l’operato della Pro Loco locale potrebbe migliorare e aprirsi a nuovi contributi, il colpo di mano ben celato dietro un pacchetto di nuove iscrizioni ha tutto il sapore della vecchia politica e dei partiti della prima repubblica. Ciò che il civismo avrebbe dovuto combattere.

  • Bravo Metta

    ECCELLENTE Metta. La prima cosa buona che sentiamo e leggiamo, ad essere onesti, da parte sua!!! La pro loco è diventata un ricettacolo di batteri, membri messi fuori dalle sagrestie o caduti in malasorte. Il volontariato nepotistico è diventato una prassi collaudata negli anni. Credono di scambiare ciò che è pubblico con il sodalizio dei portantini della Madonna. Sempre loro dappertutto. Sempre in mezzo a tutto. Le stesse voci e le stesse facce. Ma bastaaaa. Metta deve puntare alla progettualitá di lunga durata, che apre ad altre istituzioni, che coinvolge associazioni e giovani, su comuni obiettivi, ma nel rispetto di tutti…. stessa minestra riscaldata da anni, stesse cazzate ricopiate e plagiate all’infinito. Conferenziucole di nessun valore. Le stesse maschere da decenni. Non se ne può più. Andate viaaaaaa perché Cerignola l’avete demolita. Ci avete rotto.

    • Luis

      Perché non va lei alla Pro loco (associazione di volontariato) dove chi si adopera giornalmente lo fa nei momenti liberi che ha trascurando spesso (per il bene della città ) figli, mogli, mariti. Se qualcuno ha voglia di dedicare tempo e idee alla Pro loco equi di al bene della città al posto di scrivere dietro un PC, si faccia avanti e si proponga. Se la gente non si propone e aggrega….si parla si parla si parla senza andare avanti. C’è poca gente che lo fa quando scopre che lo si fa gratis…..solo per il bene del paese, per passione….fatevi avanti e unitevi

  • ex comunista

    L’operato di Metta non mi è piaciuto mai, sia nel metodo che nel merito……Ma quello che ha fatto ieri lo condivido pienamente…sono questi gli scossoni di cui ha bisogno Cerignola! Troppa gente si culla nei propri immeritati ruoli di prestigio. Resto distante dai suoi ideali, ma su questo punto scenderei in piazza a fianco a Metta.

    • Mat

      Quale sarebbe il ruolo di prestigio immeritato??? Può costituire pure lei un associazione senza scopo di lucro che si adoperi nel sociale. Nessuno lo impedisce. Quando si tratta di parlare tutti bravi ma poi chi viene a donare un po’ del suo tempo, competenza o altro????
      L’associazione fa quel che può con i suoi mezzi…la politica deve starne fuori. È un’associazione apolitica di gente che fa quando può, cercando di farlo nel miglior modo possibile. Se tutti parlano e nessuno si rimbocca le maniche….parole buttate al vento.
      Criticare chi gratuitamente si adopera per la propria città è davvero deplorevole.
      Poi infine ci vuole un assessorato alla cultura che cammini fianco fianco alle associazioni con progetti a breve medio e lungo termine…gli assessori invece cambiano tra chi viene chi va chi scappa.
      Ci pensate pure a questo?
      Attendo una risposta concreta

      • Pippo

        Volontariato é quando uno le cose le fa volontariamente quindi gratis. Quindi che paura c’ é a inserire nuove leve?

        • Mat

          Nessuno. Magari si fanno avanti….nessuno si fa avanti…

  • Rubino Michele

    Pro loco sorta di pezza di sacco per lavare a terra, non di più.

    • IRONICO

      Ottime argomentazioni, il suo commento ha apportato molti spunti di riflessione.
      Complimenti!

    • Mat

      Lei invece dopo questo commento senza ne capo ne coda,, comereputa? Meglio o peggio? Non c’è associazione che tenga difronte a certa gente.

      • Rubino Michele

        Il Sindaco ha assolutamente ragione!!!!! Capo né coda, ha fatto bene!!!!!

        • Mat

          Ragione su cosa?su come si urla?
          Lei era presente?

          • Rubino Michele

            certo, ero li!!!!! Ha ragione, assolutamente!!!!!

  • Ospite

    Questa pro loco mi sembra nn sia più iscritta all’albo regionale delle pro loco dal 2015. Questo significa nn poter usufruire di fondi regionali per lo sviluppo del turismo (mi sembra ci sia un bando regionale attivo). Forse è anche per questo che il Sindaco (che nn apprezzo particolarmente, sia chiaro) chiede conto anche di una progettualità.
    Mi chiedo come mai nn sia più in quell’albo

    • Luis

      Dovrebbe informarsi meglio….
      C’è qualcosa di inesatto in ciò che scrive. Le pro loco esistono grazie a volontari….non sono comunali….non sono politica….il sindaco deve occuparsi della sua città, non immischiarsi nelle società private. L’ufficio alla cultura viene pagato per promuovere cultura. Ma ogni due mesi cambiamo assessori a Cerignola. Cosa vuoi progettare?? Le varie associazioni di volontariato esistenti lo fanno gratuitamente in base alle proprie disponibilità fisiche ed economiche.
      Se c’è gente che vuole unirsi lo faccia e non scriva solamente…di questo c’è bisogno….fare fare fare e ci vuole gente gente gente motivata che lo faccia gratis.

      • Ospite

        Che l’amministrazione comunale non debba “immischiarsi” nelle vostre attività è una cavolata, mi auguro se ne renda conto visto che vi dovreste occupare dello sviluppo turistico della città e del suo territorio (non a caso a richiedere quella riunione, almeno stando a quanto riportato, sarebbe stato proprio il Sindaco). Che la “politica” non debba immischiarsi siamo d’accordo ma non nel senso di non occuparsi in alcun modo delle attività della Pro Loco.
        Poi, sta cosa di coinvolgere la gente a partecipare ed a diventare soci della pro loco dovreste farla voi fuori, visto che dubito che buona parte della cittadinanza sappia, innanzitutto, cosa sia una Pro Loco e, poi, che a Cerignola ne esista una. E per questo dovreste farvi voi qualche domanda (non a caso il Sindaco, fra le altre cose, vi rimprovera anche di <>.
        P.S.: non avrei mai pensato di fare interventi a favore di sto Sindaco….. 🙁

        • Luis

          Le riunioni della prossima Pro loco sono ovviamente indette in forma privata essendo un’associazione privata!!! Non sta a nessuno dire quando come e dove farle. Le assicuro che ovviamente sono state fatte da un anno e mezzo a questa parte. Il sindaco ne voleva una con la sua presenza.. la Pro loco esiste da 40 anni, mai nessun sindaco si è intromesso. La gente sa dell’esistenza della Pro loco. È presente, organizza e si fa vedere. La Pro loco aiuta lo sviluppo turistico della città, non se ne deve occupare. C’è un assessorato alla cultura che ne se deve occupare, ed è pagato dai cittadini per farlo. La Pro loco aiuta quando può, con i pochi mezzi che ha a disposizione una qualsiasi associazione di volontari. Ci sono città prive di Pro loco. Non sono obbligatorie. Lo sa? Non bisogna scaricare ad altri se il comune fa poco. È mai stato al polo museale? Sa cos’è?

          • Ospite

            “aiuta lo sviluppo turistico della città” cioè? In concreto in cosa si traduce? Lo sviluppo turistico della città e del suo territorio era uno dei punti indicati nella convocazione dell’assemblea generale. Questo non significa, naturalmente, che il tutto sia lasciato alla sola Pro Loco.
            Nel messaggio precedente io ho parlato di amministrazione comunale: è giusto, per Lei, che una amministrazione comunale si interessi della Pro Loco? Secondo me si. Non so i dettagli dell’incontro che avete avuto col Sindaco se non lo stralcio qui pubblicato ma, in generale, è bene o no che un’amministrazione se ne interessi e ne tenga conto?

            Poi, in un messaggio precedente si lamentava del fatto che la gente non partecipa attivamente quando scopre che è volontariato; ora scrive che “La gente sa dell’esistenza della Pro loco. È presente, organizza e si fa vedere.”…..quale delle due? Personalmente non sono convinto che i cittadini cerignolani sappiano cosa sia una Pro Loco, a cosa serva, come funzioni, come ci si iscriva.

            P.S.: al polo museale ci sono stato

          • Luis

            Se ne interessi, ma non venga a imporre, comandare, urlare e poi andarsene senza dare possibilità di un dibattito. la Pro loco fa già tanto. Se potesse dare di più lo farebbe.

          • luis

            sapere dell’esistenza e unirvi ad essa sono due cose distinte e separate. la cittadinanza ovviamente sa (sono 40 anni che esiste dell’esistenza della Pro Loco, quando ci sono eventi si aggrega, ma nessuno si aggrega per crearli questi eventi…..
            parlavo del Polo Museale, se lo conoscesse….sa che è gestito dalla Pro Loco? Porta via molto tempo…ma allo stesso tempo viene gente da fuori per vederlo ed ammirarlo…per noi non è poco….

    • ironico
      • Ospite

        Ironico, lungi da me divulgare notizie false. Ho scritto quelle cose poiché mi risulta che fino al 2014 la pro loco Cerignola fosse presente nell’albo ma nel 2015 e 2016 no, basta consultare il sito di Pugliapromozione. Quest’ultima vale fino alla prossima pubblicazione dell’albo nel 2017. La tessera che Lei mostra non credo c’entri con l’albo di cui scrivo; non sono, comunque, un esperto di normative Pro Loco perciò se mi sbaglio ne sono contento, vorrà dire che potrete fruire di finanziamenti regionali in ambito turistico: naturalmente con una buona progettazione.

        P.S.: non conosco la Pro Loco Cerignola, i suoi soci e le attività organizzate, però il volontariato sincero e disinteressato è da ammirare per cui non vorrei sembrare, in questi interventi, contro qualcuno o qualcosa a prescindere. Cogliete eventuali critiche, se giustificate, come un momento per migliorare, tutto qua.

        E’ la terza volta che la redazione cancella il messaggio, sarebbe corretto spiegare il perché

        • Luis

          Tutto ciò che è propositivo è sempre ben accolto. Ci sono bandi, è tanto altro. Ma c’è poca gente che vuol dedicare il poco tempo libero che ha a disposizione. C’è bisogno di più gente, non sulla carta, ma che agisca. Non si può pretendere.

  • Giuanni

    Sta bene a Metta mi è proprio piaciuto

    • Mat

      Piaciuto pe cosa? Per le urla?
      Sia più chiaro

      • Tanino Cirulli

        con quei c……..i della Pro Loco si deve gridare, per forza!!!!

        • Mat

          Cerignola non cambierà mai con gente come lei

          • Tanino Cirulli

            Non é mai cambiata Cerignola con uno come Lei che si chiama Mat.

          • mat

            non cambierà mai Cerignola se ci sono cafoni come lei
            che non hanno un dialogo e insultano.

          • Tanino Cirulli

            Lei “Mat” vorrebbe dialogare con quelli della PRO LOCO???? E’ da pazzi, sono dei forsennati, dei psicopatici, gente da manicomio.

          • mat

            io più che altro definirei lei un cafone. e ben contento che lei non faccia parte della pro loco…non serve gente come lei.