Continuano serrati a Cerignola i controlli che, negli ultimi giorni, tra gli altri, hanno portato all’arresto anche di due pregiudicati, sottoposti agli arresti domiciliari, pizzicati all’esterno delle rispettive abitazioni. Si tratta di HAMZAH ISSAH, cl. ’77, pregiudicato originario del Ghana, e di DRAGUSIN LUCIAN, cl. ’69, pregiudicato rumeno. Gli stessi, noncuranti della misura degli arresti domiciliari a cui si trovavano sottoposti, il primo per spaccio di stupefacenti, e il secondo per rapina e tentata estorsione, sono stati sorpresi dai militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cerignola in palese violazione degli obblighi a cui erano sottoposti.

Hamzah, in particolare, in località “Borgo tre titoli”, è stato sorpreso nel piazzale antistante la propria abitazione insieme ad alcuni suoi connazionali, con i quali tra l’altro non avrebbe potuto avere contatti, mentre, tutti insieme, stavano preparando la brace per grigliare della carne. Dragusin, invece, stava tranquillamente passeggiando per le campagne fumando una sigaretta. Entrambi, convinti che nessuno li avrebbe controllati nelle zone isolate dove vivono, sono quindi stati tratti in arresto per il reato di evasione. Per Hamzah si sono aperte le porte del carcere di Foggia, mentre Dragusin è stato risottoposto agli arresti domiciliari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Vito

    NON HANNO LA DIGNITA’ MORALE DI RESTARE QUI, DEVONO ESSERE ESPULSI.

    • Carcere duro

      Se parli di dignità morale e quant’altro con loro devono essere espulsi almeno 10.000 cerignolani!!!
      Queste sono bestie ma a Cerignola ci sono bestie ancora più schifose e vanno in giro in macchina o sugli scooter senza aver mai lavorato e con loro le famiglie che si vantano di essere quello che sono…DELINQUENTI!!!!!!
      Chi può scappi da questa fogna a cielo aperto!!!
      CERIGNOLA
      MI FAI SCHIFO!!!!!!

      • antonella

        ovvio colpa della politica e dell ingiustizia sociale