La Pallavolo Cerignola si blocca a Mesagne, uscendo sconfitta 3-1 in gara 1 della finale playoff della serie C. Nella corsa alla B2, le ofantine hanno dovuto fare i conti con una squadra formidabile, trascinata dagli attacchi vincenti di Cristofaro e dalla tecnica infallibile di Iacca, in un palazzetto gremito di tifosi esultanti. Coach Valentino ha schierato: Romano, Bellapianta, Albanese, Gagliardi, Tortora, Giancane e Casalino nel ruolo di libero. Per le padrone di casa sono scese in campo: Abbracciavento, Iacca, Mazzotta, Valente, Cristofaro, Fiorini e Zurlo in difesa.

Il Mesagne domina il primo set con Mazzotta in prima linea: apre le danze con un pallonetto centrale, poi mette in difficoltà la ricezione di Casalino con tre ace consecutivi. Forti dell’8-2 sul tabellone, Cristofaro riscalda il braccio destro: mentre le ospiti tentano invano di tornare sotto, grazie alla bordata laterale del capitano Tortora e alla fast di Romano, il mani out di Valente ed il duo Mazzotta-Cristoforo fa male. La centrale mura con facilità Bellapianta (13-7), la laterale firma il 20-11; Albanese riesce a passare sul muro avversario, ma Fiorini e Iacca (primo tempo perfetto) concludono un set dominato dalle brindisine 25-12.

Dopo il servizio vincente di Fiorini ed il muro di Mazzotta su Albanese, le giocatrici di Valentino iniziano a ruggire, rinforzando attacco e difesa: Giancane si riscatta vincendo un contrasto a rete, una ritrovata Albanese va a segno in diagonale e giocando con le mani del muro rivale. Con il tifo sempre più caldo, le ospiti sono pienamente in partita: Bellapianta domina in battuta, Romano sigla un attacco vincente che le costa il cartellino giallo. La Tecnomaster.biz si mantiene con un leggero vantaggio: sul 18-21, la magia fucsia avvolge il palazzetto di Mesagne: Albanese in pallonetto e Romano in fast per il 22-24, replica Cristofaro, ma Albanese conquista il secondo set con un mani out (23-25).

Le cerignolane ancora positive in avvio di terza frazione: Bellapianta, Romano e due volte Gagliardi per il 2-4 conquistato. Si lotta punto a punto, sebbene le ospiti conducano di misura: Romano sbaglia la battuta, Fiorini entra nel muro avversario; le squadre non si risparmiano: Giancane e Romano da una parte, Valente e Iacca dall’altra per una sfida davvero emozionante. Sul 21-23 per le fucsia, accade l’impensabile: Cristofaro sprigiona la sua classe in posto 4, Iacca crea faville al centro, così l’Appia Project rimonta e torna avanti prevalendo ai vantaggi (26-24).

Il Mesagne ritorna in campo con una marcia in più, grazie agli attacchi incisivi di Mazzotta e Cristofaro (7-3). Di contro, la Pallavolo Cerignola sembra accusare il colpo di un set sfuggito di mano quando ormai sembrava fatta: le messapiche continuano a mettere giù palloni e quando la stanchezza delle fucsia inizia a farsi notare in ragione di alcuni errori, Iacca apre le porte alla vittoria del suo sestetto con un ace ben piazzato. L’Appia Project spinge sull’acceleratore e le ofantine non riescono a rialzarsi: il 25-13 certifica il successo nel primo match alla formazione di casa. La Tecnomaster.biz esce a testa alta da questo primo confronto, ora lavoro e concentrazione per riportare la serie in parità in gara 2, che sarà giocata al pala “Dileo” mercoledì 24 maggio.