E’ stato raggiunto l’accordo tra l’INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) e l’Ambito territoriale di Cerignola per l’intervento a supporto di persone con disabilità e non autosufficienti, da cui la denominazione del progetto: “Home Care Premium”, ovvero un contributo “premio” finalizzato alla cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti. Il programma si concretizza nell’erogazione da parte dell’Istituto di contributi economici mensili, in favore di soggetti non autosufficienti, maggiori d’età e minori, che siano disabili e che si trovino in condizione di non autosufficienza, per il rimborso di spese sostenute per l’adduzione di un assistente familiare. Il Presidente dell’Ambito territoriale di Cerignola e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cerignola, Rino Pezzano, dichiara: “Con la sottoscrizione di questo accordo allarghiamo la nostra rete di rapporti con altri enti che operano sul nostro territorio per gestire modelli assistenziali, relativamente a persone con disabilità e non autosufficienti”.

Possono beneficiare degli interventi previsti dal progetto i lavoratori dipendenti pubblici iscritti alla Gestione unitaria delle prestazione creditizie e sociali e i pensionati utenti della Gestione dipendenti pubblici, laddove i soggetti siano viventi, nonché i loro coniugi e i parenti e affini di primo grado anche non conviventi. L’INPS si impegnerà a corrispondere le “prestazioni socio assistenziali prevalenti” per le quali già riconosce direttamente un contributo economico mensile riferito al rapporto di lavoro con l’Assistente familiare per l’intera durata del progetto e eventuali “prestazioni socio assistenziali integrative” tra i quali servizi professionali domiciliari, servizi a carattere extra domiciliare, sollievo, servizi di intervento per la valorizzazione delle diverse abilità e per l’inserimento occupazionale. Tutti gli utenti beneficiari possono presentare domanda già dallo scorso 27 aprile sul sito dell’INPS (www.inps.it), tramite login e codice PIN.

Il Presidente dell’Ambito territoriale, Rino Pezzano, conclude: “L’accordo raggiunto è frutto – ancora una volta – di un intenso lavoro da parte dell’intero Ambito, rivolto alle persone non autosufficienti e con disabilità. Continueremo ad operare in stressa sinergia con l’ente INPS, per poter allargare il più possibile il bacino dei beneficiari”. La durata complessiva del progetto sarà di 12 mesi e avrà inizio il prossimo 1° luglio, previa comunicazione da parte dell’INPS.

CONDIVIDI