Durante il consiglio comunale tenutosi questo pomeriggio sono stati due i punti rilevanti dell’intera assise, oltre alle comunicazioni e all’approvazione dei verbali delle precedenti sedute.

E’ stato provvedimento annunciato infatti, che ha occupato le cronache dei giorni scorsi, la surroga del consigliere Michele Monterisi, sospeso con decreto prefettizio dal consiglio a causa della condanna confermata in secondo grado a due anni di reclusione con pena sospesa. A subentrare tra i banchi della maggioranza Antonio Novelli, primo dei non eletti con 137 preferenze nella lista “La Cicogna”. A lui gli auguri di buon lavoro dell’intero consiglio.

A seguire, punto che ha visto tutti in accordo, è stata la rinegoziazione dei mutui con cassa depositi e prestiti. «Una boccata d’ossigeno per la città. Non potevamo che votare favorevolmente per un provvedimento che coinvolge gran parte dei Comuni d’Italia, liberando risorse importanti che per la prima volta potranno essere utilizzate dagli enti locali senza vincoli di destinazione. Un plauso, quindi, all’ANCI e al suo Presidente Decaro, che hanno fortemente insistito per l’apertura di questa finestra e proposto le importanti modifiche che oggi consentono di utilizzare per Cerignola risorse per circa 1 Milione di euro» hanno rimarcata i consiglieri del centrosinistra accordando il proprio voto.

«Quando si stratta di votare per il bene della città ci siamo e ci saremo sempre – continuano i consiglieri -. Abbiamo persino colmato l’assenza di alcuni consiglieri comunali di maggioranza. Adesso queste risorse non vadano dilapidate ma spese con attenzione e con un occhio al bilancio affinché non si creino fantasiose operazioni che ne possano compromettere gli equilibri futuri, come raccomandato, con estrema chiarezza, dai revisori dei conti del Comune di Cerignola» chiosano.

  • compagni

    novelli il comunista ? figlio del comunista e nipote del comunista ?

    tutti compagni della pagnotta

  • Sabino

    Novelli ha lasciato il posto di lavoro per fare il consigliere comunale.
    Che bel gesto.
    Non c’entra nulla che la figlia stia lavorando per il comune.
    Uè Mett, Mett
    Vai a lavorare.

    • GIACOBBE

      Povera CERIGNOLA…in che ragnatela è finita.tanti ragni ognuno ha bisogno del suo nido x intrappolare i propri interessi,….che progressi che prospettive attuali e future, con questi ragni pericolosi privi di DIGNITÀ, verso una società che sofferente senza prospettive SOCIALI DI LAVORO E COSÌ VIA. LA POLITICA QUELLA VERA, NON ESISTE ATTUALMENTE.SPERIAMO UN FUTURO MIGLIORE PER I GIOVANI E MENO GIOVANI CHE SPERANDO IN UN MIRACOLO.