È ufficiale: è nato il “Cerimielin break”, un cioccolatino che unisce Italia e Polonia, prodotto finale del progetto etwinning “CioccolArte”. Gli alunni della classe II A dell’Istituto comprensivo “Carducci-Paolillo” di Cerignola nell’auditorium della scuola media “Paolillo”, insieme allo chef Tommaso Perrucci, hanno presentato ai docenti della scuola e ai genitori presenti, la barretta “Cerimielin break”, che unisce le due città che hanno collaborato nel progetto etwinning e che si fondono sia nel nome (Cer per Cerignola ed Imielin per Imielin) sia nei sapori.

Etwinning è una piattaforma per insegnanti, dirigente scolastici, bibliotecari, alunni delle scuole partecipanti per comunicare, collaborare, sviluppare progetti e condividere idee. Il progetto  etwinning “CioccolArte” è un progetto ideato dalla scuola media dell’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo” (Cerignola) in collaborazione con il “Gimnazjum Powstańców Śląskich w Imielin” di Imielin (Polonia) in collaborazione con “Bramo-Cioccolateria Perrucci” dello chef Tommaso Perrucci, coordinato dai docenti Nicola D’Andrea, Maria Donata Forte, Sabrina Pedico, Beata Zbolalik con la supervisione dei Dirigenti Scolastici delle rispettive scuole, prof. Giacomo Vitale (Italia) e prof.ssa Anna Kubica (Polonia).

Divisi in gruppi, gli studenti, prima di entrare in cioccolateria, hanno raccolto informazioni sulla nascita del cioccolato e le sue caratteristiche relative al proprio paese. Hanno conosciuto e approfondito la storia del “cibo degli dei”, le tradizioni alle quali è legato. Successivamente hanno seguito due incontri seminariali di due ore l’uno presso “Bramo Cioccolateria Perrucci”, a Cerignola, gli alunni hanno svolto delle ricerche sul cacao. Successivamente hanno seguito due incontri in cioccolateria, guidati dallo chef Tommaso Perrucci: il primo di analisi delle varie fave di cacao, scelta degli ingredienti che si fondessero con le tradizioni gastronomiche dell’Italia e della Polonia e il secondo di realizzazione e produzione del cioccolatino, in cui imparato a temperare il cioccolato e hanno sformato le loro produzioni. Poi la classe ha scoperto il cioccolatino, con l’accompagnamento musical del prof. Nazario Lapiscopia.

Gli ideatori del “Cerimielin break” hanno curato tutto dalla ideazione alla creazione alla produzione e packaging fino alla descrizione, come si può evincere dal testo che hanno realizzato per spiegare ai presenti ingredienti e significato: «La barretta “Cerimielin break” è nata per unire idealmente, culturalmente e gastronomicamente Polonia e Italia. Il nome “Cerimielin break” sta ad indicare la “pausa dolce che unisce Cerignola ed Imielin le due città in cui si trovano le scuole gemellate per il progetto etwinning “CioccolArte”. La barretta presenta all’esterno cioccolato alla mandorla con un ripieno di ganache al cioccolato bianco, miele e frutti di bosco. L’interno racchiude i colori della bandiera polacca, il bianco del cioccolato e il rosso dei frutti di bosco, ma richiama anche un dolce polacco, impastato con miele e frutti di bosco, dei quali la Polonia è il secondo paese produttore in Europa. L’esterno costituito dal cioccolato alla mandorla rappresenta l’Italia, specialmente la nostra Puglia. Il “Cerimielin break” può essere degustato accompagnato da un’orzata fresca o latte di mandorla». Con questo cioccolatino gli alunni della 2^A dell’Istituto Comprensivo “Carducci-Paolillo” hanno voluto omaggiare i loro coetanei polacchi, unendo nei colori e nei sapori i rispettivi luoghi del cuore, annullando le differenze.

Questo slideshow richiede JavaScript.