Lo scorso 24 maggio, in occasione dell’anniversario della visita di Giovanni Paolo II ed in prospettiva della 48° Settimana Sociale Nazionale, ha avuto inizio la Settimana Sociale Diocesana, organizzata dall’Ufficio di Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi Cerignola-Ascoli Satriano. Tanti i temi trattati alla presenza di esperti, dall’innovazione e lo sviluppo nel campo agricolo sino a giungere all’economia civile e all’impegno civico. Un’importantissima occasione di confronto e di dialogo per l’intera comunità.

L’Assessore alle Politiche Sociali, Rino Pezzano, presente a diversi incontri tenutisi nella suggestiva cornice di Palazzo Coccia a Cerignola, dichiara: “vorrei ringraziare Don Pasquale Cotugno e l’intera Diocesi, per aver organizzato la Settimana Sociale Diocesana per la prima volta a Cerignola; un evento in cui si è avviato – afferma Pezzano – un ulteriore riflessione riguardo a tematiche di rilevanza sociale, come quella del lavoro”. Al centro dei temi discussi con l’apporto di esperti di ogni settore, c’è stato il lavoro, non inteso come mera ‘occupazione’, ma come valore sociale che permette quella integrazione economica di cui oggi tutti sentono il bisogno.

“Un altissimo profilo tecnico da parte di tutti i relatori. Spero che questo della Settimana Sociale Diocesana -dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cerignola – diventi un appuntamento fisso per la nostra comunità, in modo tale da poter continuare ad offrire contributi e riflessioni riguardo temi delicati, che molto spesso coinvolgono negativamente il nostro territorio e non solo. E’ fondamentale – conclude Rino Pezzano – oltre al lavoro svolto quotidianamente dall’istituzione che rappresento, il sostegno che offre il mondo cattolico mediante attività di questo tipo finalizzate all’attenzione degli ultimi e dei più bisognosi”.

  • Emilia

    Ogni occasione è giusta per comparire e dire cose OVVIE , quando gente come questo, marcio fino alla cima dei capelli, si toglierà dalla balle, allora la vera politica risorgerà.
    Senza ideali,,senza bandiera, senza dignità, senza coerenza , il classico prototipo dello SCARTO UMANO .