Nel pomeriggio del 25 maggio il consiglio direttivo della Pro Loco di Cerignola ha incontrato a Ortanova i rappresentanti delle altre Pro Loco che fanno parte della neonata delegazione del Tavoliere. La delegazione raggruppa ben 10 Pro Loco: Apricena, Cerignola, Foggia, Lesina Marina, Ordona, Orta Nova, San Paolo Civitate, San Severo, Stornara e Torremaggiore. A capo della delegazione è stato nominato il presidente della Proloco ortese, Carlo Gaeta, che siederà nel Consiglio regionale costituendo quindi il tramite tra l’ente Regione e le singole Pro Loco locali.

Nella riunione del 25 tante le buone notizie portate dal presidente regionale UNPLI Rocco Lauciello: progetti di servizio civile, bandi regionali ed europei a sostegno delle associazioni locali, stimolanti iniziative condivise tra i membri della delegazione, aggiornamenti statutari a tutto vantaggio dell’ indipendenza della Proloco da interferenze politiche.

Riguardo agli statuti e gli adeguamenti alle regole dettate dal UNPLI nazionale, la Proloco di Cerignola è già avanti rispetto ad altre Pro Loco. Lo statuto della Pro Loco locale è stato adeguato sin dal 2003 alle direttive UNPLI: viene ribadito all’articolo 2.1 la sua qualità di associazione di volontariato di natura privatistica e su questo punto il presidente Lauciello ha insistito molto, ribadendo la necessità vitale delle Pro Loco di tutta Italia di conservare e preservare questa caratteristica.

Il prossimo appuntamento con i membri della Delegazione si terrà il 10 giugno a Torremaggiore. In futuro l’incontro avverrà a Cerignola dove contiamo di ospitare il Presidente Lauciello per mostrargli il Polo Museale Civico, allestito e gestito da quasi tre anni dai volontari della nostra Pro Loco.