Man mano che le ore passano, il traguardo della promozione in serie B per la Castellano Udas è vicino. I biancazzurri, consapevoli che dipenderà tutto da loro, sono attesi al difficile impegno in trasferta contro il Basketball Lamezia: calabresi ancora in corsa per cercare di rimandare la festa dei “cannibali” e a loro volta di rilanciarsi in ottica promozione. E’ di queste ore una dichiarazione rilasciata dal presidente lametino Pisani, che tiene alta la guardia per l’importante occasione: «Non abbiamo nessuna intenzione di veder festeggiare in casa nostra gli avversari e quindi lotteremo fino all’ultima goccia di sudore per far sì che ciò non accada. Noi abbiamo un solo risultato, vincere per andare a Fabriano con un pizzico di tranquillità in più: quindi 1 in schedina tutta la vita». Parole che fanno presagire un clima molto caldo al palazzetto calabrese. Il fronte biancazzurro prova a stemperare la tensione, il presidente dell’Udas Giuseppe di Giorgio in esclusiva per lanotiziaweb.it, invita tutti al senso di responsabilità: «Sappiamo benissimo che siamo arbitri del nostro destino per la promozione nella terza serie nazionale: ho parlato con il vicepresidente del Basketball Lamezia, abbiamo chiarito degli equivoci che si erano verificati nella gara di andata in merito alla presenza dei loro tifosi; gli avevamo spiegato che una parte di loro doveva essere ospitata nel settore superiore del palasport per disposizioni delle forze dell’ordine. Aldilà di qualche commento poco edificante sui social, invito tutti a godere della giornata a Lamezia con serenità, in campo e sugli spalti».

Per quanto riguarda l’aspetto giocato, coach Marinelli tiene il profilo basso: «Andiamoci piano, perché è una sfida importante contro una squadra che gioca un ottimo basket: temo molto Mounier e Tariotis. Spero di rivedere l’ottima prestazione contro Fabriano, poiché lì abbiamo giocato come sappiamo fare, Scarponi e tutti quanti hanno dato più del dovuto. La settimana è stata particolarmente turbolenta sotto diversi aspetti, ma contiamo sull’unità del gruppo per vincere». Inizio della gara alle 18, con direzione arbitrale affidata a Vastarella (Napoli) e Berlangieri (Trezzano Sul Naviglio).

CONDIVIDI