“Federazione Civica sarà ancora una volta determinante, garantendo l’approvazione del bilancio consuntivo”. Così Leonardo Paparella, coordinatore di “Federazione Civica”, annuncia la linea del movimento a partire dalle immediate scadenze amministrative.

“Vogliamo che un punto sia chiaro. Federazione Civica non ha paura del voto. Non abbiamo paura delle sfide all’ok corral. Ma in ballo c’è il destino di Cerignola. Far cadere la Giunta Metta ci porterebbe ad un periodo di commissariamento che sarebbe nefasto per la città. Perciò, appoggio esterno al sindaco Metta. Continueremo a votare a favore di tutti gli atti che riterremo strategici per lo sviluppo del nostro territorio”, spiega Paparella che ringrazia “Bruno Meterangelis, Vincenzo Specchio, Massimo Guglielmi, Michele Gammino per il proficuo lavoro istituzionale fin qui svolto, a costo zero, rispettivamente in qualità di presidente dell’agenzia “Sportello per l’Agricoltura” (Meterangelis) di delegato alle Attività Produttive e all’Arredo Urbano (Specchio) e di presidente e componente dell’agenzia “Cerignola produce” (Guglielmi, Gammino). Tra mille difficoltà, hanno saputo dare impulso e dignità amministrativa alle loro cariche, agendo sempre nell’interesse della comunità”.

Poi, il coordinatore di Federazione Civica, torna sulla questione più generale: “Avevamo presentato al sindaco Metta un documento politico che aveva l’obiettivo di ridare smalto all’amministrazione per ripartire tutti insieme. Volevamo verificare quanto fatto nel complesso: settore per settore, assessorato per assessorato. C’interessava riprendere il cammino con più grinta ed efficacia, non far cadere qualche testa. Il senso della nostra azione non è stato compreso, il sindaco ci dice che questa Giunta non si tocca. Benissimo! Da questo momento in poi, con la lealtà di sempre, Federazione Civica garantirà l’appoggio esterno all’Amministrazione. Votando gli atti che riterremo di interesse generale; su tutti gli altri mani libere. Sia chiaro però che sull’attività amministrativa pretendiamo una comunicazione orizzontale e circolare. Vogliamo conoscere i provvedimenti preventivamente e non votare a scatola chiusa”. Di qui un altro passaggio importante sull’Amministrazione: “Quello che ci auguriamo è che si riescano ad evitare situazioni spiacevoli, come quelle che di recente hanno riguardato alcuni nostri amministratori e che hanno creato non poco imbarazzo a Palazzo di città”.

Altro tema sul quale Paparella è perentorio è il caso Sia: “Vogliamo dare il nostro contributo alla risoluzione positiva della vicenda. Per il resto, vigileremo – dall’esterno – sull’attività della Giunta, affinché ogni provvedimento rispecchi gli interessi generali della comunità. Saremo responsabili per la città ma non faremo da stampella a nessuno”.

  • scettico

    in soldoni non vi hanno accontentato e ora giocare al rialzo. Siete gli uni peggio degli altri. Assetati di potere e poltrone .Fare veramente ribrezzo tutti. Non siete degni di rappresentare Cerignola. Andare a casa. Cerignola deve rinascere con nuove generazioni di gente onest preparata e capace. Purtroppo il panorama che offre Cerignola e’ allarmante. Le persone capaci si sono allontanate dalla politica. E no n certo può considerarsi un alternativa la riesumazione di certi pseudopolitichetti che a mala pena sanno scrivere in italiano suo social ( ma poi chi ti chiede di dire la tua su tutto???? fa il geometra della scuola serale che forse ti riesce meglio altro che amministratore ma de ke?). Purtroppo all orizzonte politico locale non c e nulla se non qualche sagrestano che pensa di essere leder ( lui lo scrive cosi) della parrocchia dell Addolorata. Situazione terribile per il futuro di Cerignola.

  • Carcere duro

    Politici consumati, appoggio esterno, di lato, da dietro..vigileremo..controlleremo..perché siamo bravi belli onesti e non ci interessa che il bene della nostra amata città!! E intanto..tra i balletti del palazzo di città LA DELINQUENZA DILAGA, LA GENTE CON LA SCUSA DELLA CRISI COMMETTE OGNI TIPO DI ILLECITI, IL
    PAESE È IN MANO ALLA DELINQUENZA DI OGNI TIPO! Ma a palazzo si balla..si appoggia..ci si fa belli..A SINISTRA SI RIDE DELLE ROTTURE DELL’AMMINISTRAZIONE, CI SI PREPARA A GOVERNARE..eh si..perché i cerignolani sono per il 70% totalmente disinteressati al paese nella sua totalità, basta che non mi tocchi..( VEDI ZTL) per il resto basta che mangio dormo vado in giro con la macchina vado al mare non pago il grattino, se mi fanno la multa vado a fare casino dai vigili e mi compro la macchina con la targa rumena, bulgara, albanese, ecc ecc così non pago niente e nessuno e mi sento furbo!! UN PAESE DI SCIACALLI!! UN PAESE DI BESTIE !!

  • Lucia

    Hai voglia tu a dire appoggio esterno e ca@@ate varie. State insieme? E siete come lui! Anzi farebbe bene a cacciarvi tanto siete FI NI TI. Senza il sindaco siete niente e voi lo sapete bene imparatevi un lavoro che tre anni passano in fretta e non alzate la voce se no i grandi elettori della cicogna ve la fanno abbassare.

  • il guastafeste

    Questa è una delle peggiori amministrazioni che io ricordi! La città è abbandonata a se stessa, hanno piazzato telecamere ovunque e si sono chiusi nei Palazzi. A Cerignola c’è tanta gente incivile ma se i controlli mancano gli incivili non possono che aumentare. Il “salotto buono” della città lo hanno sistemato a dovere, al di fuori di esso regna il degrado più totale, degrado di ogni genere. Già stavamo messi male, questa amministrazione ha dato alla città il colpo di grazia.

  • Ciccio

    A costo zero…non si può leggere. Ma voi sul serio pensate che le cose non si sappiano? Un consiglio, cercate di rimanere il più possibile su quelle sedie, perchè dopo sarà zero assoluto. Ritengo che la vostra esperienza politica non avrà assolutamente un proseguo.

  • Pinuccio Bruno

    “…..Saremo responsabili per la città ma non faremo da
    stampella a nessuno”. Così Paparella
    termina la sua intervista. Niente di più
    inconcepibile. Egli ed il resto dei “dilettanti
    allo sbaraglio” ( come da definizione di Metta),a mio avviso, continueranno a
    fare la stampella proprio al Sindaco per
    continuare a rimanere con le chiappe attaccate alle seggiole. La dimostrazione si è avuta in Consiglio Comunale
    di ieri 8 c.m.,nonostante la lavata di testa fatta loro dal Sindaco alla
    presenza del pubblico.

    • Pasquale Pizzi

      Per rimanere con le chiappe attaccate alla seggiola ci deve essere un tornaconto. Se questo viene a mancare che senso ha rimanerci? Staremo a vedere

  • cicciopasticcio

    quand’è bell!