Nella giornata di ieri, giovedì 8 giugno, dopo un incontro lampo tra i sindacati e il Presidente del Consorzio Franco Metta, si è ripresa – seppur a rilento – la raccolta dei rifiuti nei comuni serviti da SIA, tra cui Cerignola. Ad oggi non sono stati debellati ancora tutti i cumuli di immondizia per strada a causa di una situazione complessa che si era venuta a creare dopo giorni di non raccolta. Situazione aggravata da numerosi roghi che hanno interessato soprattutto i cassonetti del centro città.

Dopo un incontro alle 18,30 tra il Sindaco e il Prefetto di Foggia, sempre nella giornata di ieri, finalizzato a dar conto di quanto stesse accadendo a Cerignola e nei comuni aderenti al consorzio, la svolta si è avuta nell’incontro di quest’oggi. Se infatti il Prefetto aveva inteso conoscere il dettaglio dell’accaduto, anche per scongiurare la possibilità di una vera e propria interruzione di servizio, illegale a tutti gli effetti, Franco Metta ha di fatto intimato ai lavoratori di tornare a pulire.

LE RAGIONI DELL’AGITAZIONE Mancanza di dispositivi di sicurezza minimi per i lavoratori, mezzi incerottati che purtroppo non bastano per consentire un normale servizio e un eccessivo uso dello straordinario, con quasi 20mila ore in una anno.

IL VERTICE RISOLUTORE Oggi, alle 12,30 l’incontro risolutore, una riunione fiume di oltre tre ore presieduta dal Presidente del Consorzio Franco Metta. Al tavolo anche i sindaci di Trinitapoli, Margherita di Savoia, Stornarella e Ordona, oltre al professor De Venuto, al direttore generale dottoressa Monica Abbenante e all’amministratore delegato di SIA Ingegner Nicola Iungo.

Metta non vuole tralasciare nulla e parte proprio dalla programmazione del presente e del futuro. «C’è in ballo una procedura di mutuo per la realizzazione del sesto lotto, condizione indispensabile affinché possa garantirsi un futuro. Già dal 2 febbraio c’è un’istruttoria ancora in corso per la quale dovremmo avere riscontro la prossima settimana. Poi è in corso il completamento della biostabilizzazione, che dovrebbe vedere la luce entro l’anno. Din più ci sono i 4 milioni di euro già erogati dalla regione puglia per l’impianto di compostaggio; necessario qui inoltre un intervento, una compartecipazione dei comuni».

E’ perentorio Metta quando si parla di risorse: «SIA non intende nella maniera più assoluta rivolgersi al privato. Qualora non dovesse andare in porto il mutuo con la BNL, ASE di Manfredonia è disponibile a garantire per l’accesso al credito di SIA. 24mln di euro annuì di contratti da poter fornire come garanzie per aiutare SIA. In cambio, se così si può dire, una sorta di prelazione da parte dei comuni del circuito ASE per usufruire degli impianti di SIA in futuro».

Il Presidente difende i Sindaci del consorzio e la responsabilità nel versare le rate, seppur con qualche ritardo dovuto alle difficoltà dei comuni. Bisogna tener presente che SIA ha bisogno di un milione di euro di stipendi al mese, oltre a liquidità per imprevisti ed eventuali investimenti.

Passaggio al vetriolo poi di Franco Metta su Gianfranco Grandaliano, commissario per la gestione del ciclo dei rifiuti. «SIA non è l’osso da spolpare» dice Metta. E aggiunge, durante la riunione di quest’oggi, i contenuti di una telefonata che vi proponiamo in audio (clicca qui). Rivela di una presunta minaccia il Sindaco di Cerignola: «non vi ostinate – avrebbe detto Grandaliano -, altrimenti vi scateno contro i NOE».

L’incontro si chiude con l’accordo: arriveranno i dispositivi di sicurezza anche se si pagheranno gli stipendi con qualche giorno di ritardo. Ma i dipendenti ci tengono a dire la loro: «non riteniamo di prenderci le colpe di tutto ciò che è acceduto in questi giorni. Se siamo arrivati a questo è perché la situazione di emergenza dura da più di un anno». E Metta: «Avete tutti il mio numero di cellulare. Dovevate parlarne con me prima di lasciare le città sporche. Non vi ho mai fatto mancare da presidente e da sindaco il mio sostegno».

Si chiude così la “crisi” che ha fatto ricordare i paesaggi della Napoli dei rifiuti. Lunedì un nuovo tavolo, per risolvere ogni problema, subito. Attenzione massima ai troppi straordinari, ai part-time da rendere full-time e all’assenteismo che sfiora il 25%. Risposte immediate invece già dall’inizio della prossima settimana su mezzi, dotazione e ottimizzazione. Sul tavolo la stesura di un cronoprogramma per la risoluzione in tempi certi delle problematiche più urgenti. A seguire gli investimenti.

CONDIVIDI
  • Pasquale Pizzi

    25% di assenteismo??? E hanno il coraggio di scioperare? Non c’è bisogno di nuove assunzioni(clientelari), basta che la mattina vadano a lavorare invece di mandare il certificato di malattia e le ventimila ore di straordinario si azzerano. A proposito l’amministratore può dirci quante sono le ore di malattia totali annuali??vergogna vergogna vergogna!!!!!!!!

  • E io pago!!

    Un milione di euro di stipendi al mese significa 250 mila euro al mese pagati agli assenteisti per tredici mensilità fanno più di tre milioni di euro annui. Questo e’ il costo dell ‘ assenteismo !!! Questi costi ricadono sui cittadini con bollette enormi. Una azienda privata con quel tasso di assenteismo dopo due anni chiude!!! Qua invece scioperano per chiedere altre assunzioni!! Io credo chei lavoratori sia sono in esubero.25per cento significa che su 300 dipendenti ogni giorno 75 sono in malattia. Chi li paga? Tutti quanti noi con il costo delle bollette!!!!!!!

    • SIAmo ostaggi

      Come darti torto! Pretendono e comandano e se non soddisfi le richieste in tre giorni ti riempiono il Paese di immondizia, oltre a quella che già circola per le strade ( in macchina o sugli scooter)
      La colpa di tutto questo è solo nostra!! Ognuno si fa i cavoli suoi, non c’è coesione sociale della parte onesta del paese ( seppur piccola) siamo buoni solo a lamentarci. I paladini del PD CHE DICONO? Mica si mettono contro i dipendenti SIA!! Chesso’ fess!! ZITTI! Stanno zitti!! SGARRO CHE DICI?? Altro che nuove assunzioni, hai capito? Il 25% di assenteismo!!!! SGARRO VAI IN PROCURA? Macché..non conviene…

      • enzo dei taralli

        E’ raro vedere un netturbino che lavora, cosi come un vigile urbano. Le leggi ci sono e si puo’ cominciare a licenziare, a che o a chi aspettate??????

        • PER ENZO dei taralli

          se cerignola è sporca e invivibile la COLPA E’SOLO DEI BIFOLCHI INCIVILI COME ENZO DEI TARALLI.
          CI VORREBBE UN NETTURBINO ED UN VIGILE PER LE MIGLIAIA DI INCIVILI CHE POPOLANO QUESTO STUPENDO PAESE.

          • enzo dei taralli

            SCEMO DA COMPETIZIONE NON ABITO A CERIGNOLA, INCIVILE E BIFOLCO SEI TU, VEDO CHE TI SENTI CHIAMATO IN CAUSA, HAI LA CODA DI PAGLIA. A LAVORARE………… SE NO RESTI A CASA E VAI A CHIEDERE L’ ELEMOSINA.

      • Cittadino disgustato

        Per cambiare le cose bisogna licenziare qualcuno. La finanza si piazzi con le telecamere la mattina alle sette vicino al bar Belluna e vedete quanti ne becca nell’orario di lavoro a leggersi il giornale e a fare altro. Le leggi ci sono basta attuarle e non capisco perché solo a Cerignola non succede.

        • carmela

          sta la crisi

    • Savino Cannone

      Sono un dipendente Fiat che è un’azienda privata. Da noi è in vigore un accordo sindacale per contrastare l’assenteismo. Prevede che se durante l’anno la percentuale di assenza supera il 6% ai dipendenti che superano i due eventi di malattia al terzo evento non vengono retribuiti i primi due giorni.Metta e le sigle sindacali firmatari dell ‘accordo per contrastare l ‘assenteismo in Sia facciano degli accordi del genere e non fumosi come quello dell’articolo sopracitato. Per contrastare i disonesti bisogna penalizzarli nel portafoglio solo così si può essere più credibili!! I sindacalisti seduti al tavolo cosa faranno per combattere il fenomeno opera di persuasione ai lavoratori SIA?Ho la sensazione che tra le richieste di assunzioni che loro chiedono ci sono parenti ,fratelli,cognati cugini e quant’altro di loro interesse. Il tutto a nostre spese

  • Gianni Pio

    Ora l’ immondizia la tolgono dalla strada e la mettono in piazza!!!!!!

  • ElDiablo

    Quando per anni si votano dei politici solo perchè ci hanno promesso qualcosa poi non ci si può lamentare della gentaglia che hanno fatto assumere nella Sia e neanche degli stipendi dei vari dirigenti incapaci e disonesti …..questa è la realtà e andrà sempre peggio
    Tanto basta andare il sabato a mangiare la pizza e la domenica al mare e tutto va bene

    • Professore in pensione

      VERISSIMO!!!! Negli ultimi anni tanti vagabondi e scellerati sono stati assunti alla SIA
      ed anche all’ Ospedale, il risultato é sotto gli occhi di tutti, catastrofico. Come sempre, voto di scambio.

      • MAFIA

        In ospedale Non ne parliamo e tutti sanno chi dettava le assunzioni!! La signora…
        Risultato!?
        Ospedale pieno di nullafacenti sindacalisti scansafatiche!!!
        La SIA?
        Delinquenti giovani e vecchi che di lavorare non ne hanno mai voluto sapere!!!
        Un invito alla GdF!!!
        Telecamere!!!
        Ora che fa caldo ne trovate nascosti a bizzeffe!!!!!
        E se non li paghi profumatamente ti riempiono il paese di immondizia che poi danno alle fiamme!!
        Purtroppo le indagini non le faranno MAI!!
        Sentivo uno dei volponi dire..” u paese u cumannom nou!

        • filippo d.

          i morti di kitemmorto solo io non sono entrato in sia eppure non ho mai lavorato

    • Carcere duro

      Quanto hai ragione!!!!!!
      Un popolino di ignoranti di generazione in generazione, incivili per scelta, incuranti del bene comune. Si buttano cartacce a terra dai finestrini come se il Paese fosse una pattumiera, tanto chi se ne frega!! Se rubano e rapinano basta che non lo fanno a me! S fanno i blindati in paese alle 08:00 di mattina si racconta come se fosse un film senza pensare a cosa significhi ciò!!!
      BESTIE IGNORANTI QUESTI SONO QUASI TUTTI I CERIGNOLANI!!
      Chi pensa il contrario ha seri problemi di percezione!!

      • carmela

        si ma la crisi economica sta bisogna gridarlo

  • Vicino di casa

    assenteisti e se sono presenti stanno al bar!!! Non tutti bisogna dire!! I pochi che lavorano sono sempre gli stessi e lo vedi subito!!! I volponi vecchi non fanno niente, anzi una cosa la fanno..decidono e minacciano chi si mette in contrasto alle loro decisioni!!
    Questa gente dovrebbe essere buttata fuori così vediamo se le famiglie fanno ancora le smargiasse!! ANNI ED ANNI DI STIPENDI RUBATI!!!!!

  • La soluzione definitiva

    La cosa più brutta sono I BIDONI PER LA STRADA PREDA DEI ROM CHE FANNO INCETTA DI ROBA E POI LA RIVENDONO NEI NEGOZI DEI RIMENI CHE HANNO MESSO IN PIEDI IN VERO E PROPRIO MERCATO DELL’USATO!!
    RUBANO ANCHE NEI CASSONETTI BIANCHI DELLE ONLUS!!! SIA DEVI TOGLIERE I BIDONI SINDACO DEVI INIZIARE IN SERIO ROGRAMMA DI DIFFERENZIATA CON I VIGILI IN GIRO A FARE LE MULTE SE TI BECCANO A NON FARE LA DIFFERENZIATA. LE BESTIE VANNO EDUCATE!!!!!!!!!!! IL NETTURBINO STRADA PER STRADA RACCOGLIE LE BUSTE IN DIFFERENZIATA E DEVE LASCIARE QUELLE DOVE LA DIFFERENZIATA NON È STATA FATTA!! VOGLIO BEDERE DOPO UNA SETTIMANA SE TUTTA LA STRADA NON FA LA DIFFERENZIATA!!!!!
    LE BESTIE A CERIGNOLA SONO TANTISSIME MA DOBBIAMO LOTTARE PER I NS FIGLI!!!!