«E’ stata avviata la procedura di gara per la aggiudicazione dell’ appalto dei lavori per l’efficientamento energetico della scuola comunale Aldo Moro. I lavori sono finanziati dalla Regione Puglia, con co/finanziamento a carico del Comune». Così, attraverso una nota stampa, l’amministrazione comunale informa la città circa i lavori di efficientamento presso la scuola comunale Aldo Moro.

«La ristrettezza dei tempi per l’effettuazione delle procedure di affidamento e per la realizzazione completa dei lavori (termine massimo imposto dalla Regione Puglia è il 31 dicembre prossimo) hanno indotto il Dirigente Comunale ai lavori pubblici ad utilizzare per la gara il metodo della offerta al massimo ribasso, derogando motivatamente dall’indirizzo generale dato dalla Amministrazione Comunale di utilizzare il metodo della gara aperta, con offerta migliorativa».

«Si tratta di una eccezione a quella che è la regola voluta dalla Giunta Comunale e dal Sindaco – si legge nel documento –. Si procederà, dunque, con la richiesta della migliore offerta al ribasso, mediante invito alla partecipazione indirizzato a 15 diverse imprese operanti sul territorio ed iscritte all’albo comunale. In applicazione di quanto raccomandato dall’ANAC, per assicurare il principio di rotazione negli appalti pubblici, sono state escluse dall’invito a partecipare tutte quelle aziende che hanno in corso con la Amministrazione Comunale la realizzazione di lavori di non trascurabile rilevanza economica, in precedenza aggiudicati a mezzo di gara di appalto».

«Tanto per garantire al maggior numero possibile di imprese di candidarsi a patners della Civica Amministrazione nella esecuzione di lavori pubblici. Nonostante lavori in condizioni fisiche precarie per i postumi di un serio infortunio recentemente patito,  l’ingegner Izzillo, che vivamente ringrazio, insieme a tutti i dipendenti comunali del settore lavori pubblici,  ha garantito un sollecito avvio delle procedure».

Nella stessa giornata un’altro importante risultato sempre riguardante la messa in sicurezza di un altro plesso scolastico, quello della Scuola Di Vittorio, oggetto di un contenzioso che ne aveva bloccato le procedure. Oggi il TAR dà ragione al comune e i lavori di parziale demolizione e ricostruzione  della scuola comunale Di Vittorio non subiranno ritardi ulteriori e potranno iniziare immediatamente ed essere eseguiti, per la parte più invasiva, nel periodo delle festività estive.