Sono giorni importanti per l’Audace Cerignola, suddivisi fra riconoscimenti in ambito nazionale e primi passi sul mercato. Sabato scorso, la società gialloblu ha ricevuto a Roma, dal presidente Figc Carlo Tavecchio e dal numero uno LND sen. Cosimo Sibilia, la benemerenza riservata alle compagini con una lunga tradizione alle spalle, visti i 105 anni dalla fondazione dell’Audace. Un premio (ritirato dal dg Angiolino e dal team manager Dibiase) dovuto anche allo straordinario cammino nelle ultime tre stagioni, con altrettante promozioni ed il ritorno nel massimo campionato dilettantistico: ancora una volta, gratificato il lavoro del sodalizio ofantino del patron Michele Grieco, del presidente Nicola e di tutti gli altri dirigenti, da Antonio e Francesco Grieco al neo direttore generale Angiolino, dal ds Fernandez al tecnico Farina.

L’Audace ovviamente ha iniziato a soffermarsi sul capitolo mercato, per allestire una formazione altamente competitiva per la serie D: movimenti sottotraccia ma ben indirizzati verso obiettivi funzionali alla causa, attraverso le indicazioni di mister Farina e i sondaggi di Mariano Fernandez. Sono vicinissimi al trasferimento sul Tavoliere almeno quattro elementi, tutti di grande spessore: la conferma ufficiale si avrà nei primi giorni di luglio, ma sembra che il Cerignola abbia battuto sul tempo la concorrenza. Si tratta del duo d’attacco del Bisceglie neopromosso in Lega Pro – l’argentino Anibal Montaldi, autore di 21 reti e capocannoniere del girone H e di Riccardo Lattanzio, 17 centri; del centrocampista Marcello Quinto ex Foggia e dalla seconda metà dello scorso campionato al Lumezzane; di un quarto innesto, una forte punta campana, di categorie superiori al momento non rivelato, poiché la trattativa è in corso in queste ore.

Grande lavoro anche tra i pali: da indiscrezioni pare sia stato bloccato anche un portiere under classe ’99, un nome che ha al suo attivo oltre dieci presenze in Lega Pro. Proprio sugli juniores si focalizzerà l’attenzione di Fernandez: sarà necessario averne almeno otto di buon livello nell’organico e l’uomo mercato gialloblu cercherà di piazzarli equamente fra i vari reparti, sicuramente con esperienze già nella categoria o qualche giovane di serie proveniente da tornei superiori.

Conclusi i playoff nazionali di Eccellenza, con il Team Altamura che ha raggiunto i gialloblu nella quarta serie, si è completato il quadro delle aventi diritto alla serie D 2017/2018. Anche se si tratta di un discorso piuttosto anticipato, perché tra circa un mese si avvieranno le pratiche di iscrizioni ed eventuali ripescaggi, due potrebbero essere le ipotesi di raggruppamento per l’Audace. Una contempla il girone “solito” composto da pugliesi, lucane e campane (rispettivamente otto e cinque squadre ciascuno); da non sottovalutare l’ipotesi che, dato l’elevato numero di rappresentanti regionali, esse possano essere divise con le foggiane che migrerebbero verso la zona adriatica. Se ne saprà di più nelle settimane a venire: il campionato presumibilmente partirà il 3 settembre, col primo turno di coppa Italia esattamente la domenica precedente.

Per quel che concerne l’adeguamento del Monterisi e la sua agibilità, massima convergenza tra amministrazione e società: si comincerà la prossima settimana, con l’intento di ultimare il prima possibile il primo step di lavori e conseguire l’agibilità.