Svolta societaria alla Castellano Udas Basket: in una affollata assemblea svoltasi giovedì scorso, si è verificato il cambio alla presidenza biancazzurra. Il volto nuovo è quello di Michele Dibisceglia: il noto commercialista ofantino prende le redini della società e subentra a Giuseppe Di Giorgio, che rimarrà nel consiglio di amministrazione insieme a Lello Bufo. Il neopresidente ha rilasciato le sue prime dichiarazioni sulla pagina Facebook ufficiale della società: «Accetto con piacere l’incarico conferitomi dai soci e li ringrazio. Vorrei che questa mia presidenza venga percepita come l’impegno spontaneo di tutti coloro che hanno a cuore il basket, per l’affermazione di questo sport fantastico nella nostra città. Con questo voglio dire che qualunque tipo di contributo da chiunque condivide il grande progetto sportivo che ci siamo posti, è assolutamente gradito, anche se dovesse concretizzarsi nel mero impegno personale». Anche il presidente uscente Di Giorgio ha detto la sua, spiegando anche i motivi della successione: «Michele Dibisceglia è un professionista eccellente ed uno sportivo attento e passionale, per cui non potevano esserci mani migliori a cui cedere il testimone. Naturalmente ho accettato di restare nel direttivo per poter mettere a disposizione di tutti l’esperienza ormai decennale che ho maturato alla guida dell’Udas, soprattutto nella gestione dei rapporti con il mondo sportivo istituzionale. Dopo tanti anni di impegno diretto, ho chiesto a tutti di poter passare la mano in vista dei gravosissimi impegni che la prossima stagione presenta, e la mia richiesta è stata esaudita». Nei prossimi giorni si aspettano le prime novità da parte del direttore sportivo e coach Gigi Marinelli, per la composizione del roster per la serie B 2017/18.

CONDIVIDI
  • furbetto

    Sapete perchè non fa lui il presidente ? Perchè tutti quelli che hanno usato gli stranieri non in regola verranno deferiti dalla FIP per un anno ecco perchè anche Saraciro si è dovuto svincolare dall’olimpica ma queste cose non si possono dire . Tutto questo comporta non fr parte della società devono avere ruoli marginali se no vengono punite le squadre ditele anche queste cose nn fate sempre le marmotte.