Rifiuti abbandonati

Si è diffusa solo in queste ore la notizia dell’entrata in funzione delle foto trappole per sanzionare l’abbandono di rifiuti. In realtà i dispositivi – in questa fase non sono molti – sono attivi già da dieci giorni e stanno producendo i primi risultati in termini di rilevazione di infrazioni.

Già emessi circa venti verbali con sanzioni che vanno da 80 a 3000 euro a seconda del tipo di rifiuto abbandonato; non è da escludere che in casi gravi scatta anche la denuncia penale.

Il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è cattiva consuetudine in città, soprattutto sulle vie di campagna, sulle complanari o sulle strade periferiche, ma non solo; l’abbandono avviene anche in prossimità di cassonetti, laddove oltre al classico “sacchetto” si scorgono rifiuti ingombranti, ferro, legno e inerti da costruzione.

Si tratta di una vera e propria piaga che interessa quasi tutte le arterie che portano alle campagne o ogni palmo di periferia. Che sia cattiva abitudine o problema culturale il fenomeno provoca non pochi disagi, soprattutto perché spesso i cumuli di rifiuti vengono incendiati, come molti cassonetti stracolmi di immondizia.

«L’abbandono dei rifiuti – fa sapere Antonio Lionetti, assessore all’ambiente – è un fatto grave che intendiamo risolvere o quantomeno limitare per ciò che è possibile fare con un organico di Polizia Municipale sotto dimensionato. Le foto trappole rappresentano una delle soluzioni e per il momento stiamo sperimentando l’attività in alcune zone. E’ chiaro che sono moltissime le location interessate e non si può disseminare la città di questi dispositivi, che a rotazione verranno ubicati nei luoghi maggiormente interessati dal fenomeno».

La rotazione delle foto trappole per la città con cadenza regolare, oltre a fungere da deterrente, sarà, in questa fase sperimentale, un modo per comprendere anche l’entità del fenomeno. Qualora risultasse piuttosto corposo non escludono da Palazzo di Città l’incremento dei dispositivi, tutto al solo fine di disincentivare il fenomeno.

Gennaro Balzano
La Gazzetta del Mezzogiorno

  • costante

    cumbààà….
    E la ””’differenziata””’ quann la fall…
    Ca mo fnescn i 5 ann

    • dea della speranza

      all’ann nuv, chioin chion,ma sofè!!!

      • baresi

        all’ann nuv? …chion chion??
        e che ama spttè,dop i call,Ca qued gh u fatt….
        – la buttegl du ven daddè
        – la bottegl d l’acq dacquè
        – e u carton d la pezz a nota vann

        • Bimbominchia

          I cerignolani che scrivono come te non possono essere pronti per la differenziata.
          Devi crescere e parecchio.

          • costanzo

            neeeee…e tou chi sè?
            t’ha fatt scuprè…”uno della combriccola”

          • Bestie

            No, sono semplicemente uno che sa che a parlare di differenziata sono buoni tutti, cerignolani in special modo, che a parlare so’ fort..ma quando si tratta di farle sul serio le cose aivoglia a mane’ tutt in da na sola bust..tant satta satt ma na ste’ a guarde ‘?
            Bestie.

          • baresi

            in altri paesi d’italia ci sono controlli seri ,continui e scrupolosi,altrimenti scattano sanzioni.
            Informati bene ”bestie” snò ascenn do’ palazz ca nn gh art la to’ !

  • visafra be

    Bene punire l’incivilta’, va bene pretendere civiltà ed educazione fanno bene a sanzionare gli incivili, maiali che sporcano però è pur vero che in certe zone o forse ovunque il servizio di pulizia della città è assente, basta venire in via santa chiara piazza d’Annunzio ( bar roma junior ) sono mesi che non passa un operatore, allora se si pretende bisogna anche offrire un minimo di efficienza, altrimenti andate a casa , non è cosa vostra amministrare. LA città è uno schifo. Servizio pulizia assente uno schifo anche questo.

    • Paraocchi

      Se tu sapessi cosa è la SIA e quanto può essere complesso scardinare un simile meccanismo clientelare e ai limiti della legalità se non bel oltre, non parleresti in questo modo.
      Cosa dovrebbe fare?
      Licenziare tutti quelli che non lavorano?
      E poi ? Pensi che si assuma così in due giorni?
      Chi dovrebbe assumere?
      Ma perché parlate a ca@@o senza sapere le cose in tutta la loro complessità!
      Un meccanismo difficile e pericoloso per chiunque..
      Vai tu alla SIA a lamentarti..vedi come ti rispondono..
      Detesto le Persone che sanno lamentarsi senza muovere un dito e senza sapere di cosa caxxo parlano!!!

      • visafra be

        So bene cosa è la SIA. Però una soluzione anche d’urgenza bisogna trovarla. Mesi fa qualcuno c’era, operatori che pulivano il quartiere una volta al mese, poco ? Non fa niente almeno ogni tanto si puliva, erano operatori assunti per brevi periodi, oggi la situazione è inverosimile, sto parlando di cumuli di sporcizia . Si faccia un giro da queste parti. Non discuto la complessità del problema SIA, ma come cittadino sono stanco di tanto sporco, le dico di più mi vergogno di ospitare gente non di Cerignola. Stanno lì per dare risposte alla città anche in momenti difficili. Buonaserata

      • Disgustato

        La sia e una società con una grossa percentuale di vagabondi e di rifugio della “BELLA GENTE DI CERIGNOLA “(EREDITÀ ASIA) e pochi che fanno il loro dovere, ma oggi il PESCE PUZZA DALLA TESTA.

  • gino latilla

    a me mi anno fatto 2760 euro di multa

    • Imparziale

      Perché?

  • Laura

    Potete scrivere in italiano per favore?
    Vi capite solo voi cerignolani.
    Sempre se sono argomenti interessanti……..altrimenti continuate pure.
    L’inciviltà si evince anche da questo!