“Ancora una volta l’agricoltura di Capitanata è penalizzata dalla siccità, che colpisce nel periodo estivo le nostre colture. E’ necessario ripristinare la corretta distribuzione di acqua per evitare danni ingenti alle colture”. Così Pio Bufano, referente regionale Rete Consumatori di Cittadinanzattiva Puglia, sullo stato di crisi in Capitanata.

Il Consorzio di Bonifica di Foggia a fronte della capacità dell’invaso della diga Capacciotti di mc. 26.925.400, riferito al 14/07/2017, rispetto alla capacità 32.585.200 del 14/07/2016, visto l’eccezionale ondata di caldo che ha colpito il nostro territorio, visto l’eccessivo prelievo d’acqua, si è vista costretta a effettuare turni di erogazione per i vari distretti e settori. “Cittadinanzattiva raccogliendo lo stato d’animo degli agricoltori per la messa a rischio delle loro produzioni, sollecita il Consorzio per la Bonifica di Capitanata a una adeguata razionalizzazione dell’acqua, che permetta agli agricoltori di affrontare con maggior serenità questo annoso problema. Oggi non vengono garantiti i giorni o le ore dei calendari emanati dai rispettivi distretti”, prosegue il referente della Rete Consumatori Puglia.

“Tutto ciò mette in seria difficoltà la gestione della ridistribuzione dell’acqua tra gli agricoltori, che a loro volta sono impossibilitati a ripartirsi in modo adeguato i relativi consumi. Tutto ciò sta generando confusione e a volte litigi tra le utenze”, conclude Bufano.

  • Un dipendente

    Bufano si documenti sul perché d
    elle cose prima di sparare minchiate !