E’ morto questa mattina, a causa di un malore improvviso, Monsignor Giovan Battista Pichierri, arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie: aveva 74 anni. Il prelato era nato a Sava, nel Tarantino, il 12 febbraio 1943, ed era vescovo della diocesi dal 2000. Prima di questo incarico, Pichierri è stato il pastore della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano per nove anni: nominato da papa Giovanni Paolo II il 21 dicembre 1990, resse la comunità ecclesiastica fino al 12 dicembre del 1999. Monsignor Pichierri ha lasciato nel suo episcopato nel Tavoliere un buon ricordo: un vescovo disponibile al servizio, docile, affettuoso. Un uomo di Chiesa che si trovò ad affrontare gli ultimi anni di fuoco della mala cerignolana, tanto che nell’omelia in occasione dei funerali in Duomo di Michele Cianci, ucciso per aver sventato uno scippo, tuonò: «La santa vendetta, quella che distrugge la cattiveria. La vendetta contro il male e non contro il delinquente. Dobbiamo mobilitarci tutti perché anche nella nostra città vinca la giustizia, l’amore, la solidarietà. Diamo a questa città luoghi d’aggregazione, dove fare cultura, sport. Sto pronunciando utopie? Tali saranno se tutti insieme, non affronteremo il problema della prevenzione».

  • Cosimo Matera

    Condoglianze alla famiglia. Sarà ricordato nelle mie preghiere. Riposi in Pace.