La pallavolo ce l’ha nel sangue sin da piccolo: nella stagione passata è stato titolare nelle fila dell’Udas Volley, con cui ha conquistato una salvezza impensabile. Ora per Michele Raffaele (classe 1999) si aprono le porte della Serie A2: da qualche giorno ha accettato di vestire la maglia del Volley Tricolore Reggio Emilia; per lui si tratta di un ritorno in Emilia Romagna, dopo aver militato dall’età di 14 anni nel Modena (2013) dove è cresciuto. Poi nuove destinazioni a Castellana, successivamente a Molfetta e quindi nella sua città di nascita Cerignola con la società udassina. Una crescita costante di qualità e di gioco sotto l’attenta guida di Roberto Ferraro, con cui vive i fasti della serie C e della B. La gioia della famiglia è comprensibile per questo traguardo, raggiante ed emozionata la mamma Maria Luisa Russo, docente al “Righi” ed ex giocatrice di volley.

In esclusiva a lanotiziaweb.it, non nasconde la sua gioia per questa nuova tappa di maturità per suo figlio: «Sono contentissima di quanto sta facendo, è il frutto di enormi sacrifici ma anche della volontà di non mollare mai di fronte alle difficoltà. Un percorso partito dalle giovanili a Modena che è maturato nel tempo: ringrazio tutti gli allenatori che lo hanno seguito nelle varie squadre in cui è stato, in particolar modo coach Ferraro che lo ha seguito con particolare attenzione, fino a schierarlo titolare in serie B con i risultati che sapete». Michele era seguito da tre squadre della massima serie, ha scelto il Tricolore Reggio Emilia perché c’erano le condizioni per una ulteriore crescita agonistica: lo staff romagnolo ha visionato i suoi video e lo ha ingaggiato. Maria Luisa Russo lancia anche un consiglio a chi vuole intraprendere questa carriera nella pallavolo: «Lavorare tanto in palestra e credere in quello che si sa fare, contare sull’appoggio degli allenatori in qualunque squadra ci si trovi e lavorare per raggiungere gli obiettivi che ci si pone».

Michele Raffaele ha espresso la sua felicità attraverso il sito della società emiliana: «Sono contento di tornare a giocare in Emilia Romagna, una terra che mi ha dato tanto in termini umani e pallavolistici. È la patria della pallavolo e sono orgoglioso di giocare in una società prestigiosa come il Volley Tricolore. Sono grato fin d’ora alla società, a coach Held e a tutto lo staff per la fiducia accordatami, ricambierò con impegno e serietà nel lavoro in palestra e fuori. Ci tengo a ringraziare tutti i club che mi hanno fatto crescere ed in particolare Mister Ferraro che ha creduto in me sin dall’età di 15 anni: onorerò l’impegno con grinta e determinazione».

CONDIVIDI