Cosa vogliono rigenerare i cittadini di Cerignola? Da dove vogliono partire? Da quale zona? Qual perimetro deve delineare gli interventi da effettuare? E’ a queste domande che hanno risposto attraverso la loro partecipazione ed il loro contributo di idee i cittadini che lo scorso 26 luglio hanno partecipato ad “Un caffè per Rigenerare”, l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale presso il Bar Gorizia per illustrare il progetto di Rigenerazione Urbana e per raccogliere spunti e suggerimenti utili alla rivitalizzazione delle aree e degli spazi. Dopo l’approvazione definitiva in Consiglio Comunale del Documento Programmatico di Rigenerazione Urbana (DPRU) – strumento indispensabile per rilanciare la rivitalizzazione economica, sociale, imprenditoriale ed urbana del territorio – il Comune di Cerignola dunque si avvia a partecipare al Bando Pubblico promosso dalla Regione Puglia finalizzato alla selezione delle Aree Urbane e per l’individuazione delle Autorità Urbane in attuazione dell’ASSE Prioritario XII ‘Sviluppo Urbano Sostenibile’ Azione 12.1 ‘Rigenerazione urbana sostenibile’ del O.O.R. FESR – FSE.

Sono sei gli ambiti di interventi individuati dal DPRU attraverso i processi partecipativi che nelle scorse settimane hanno coinvolto cittadini, imprese, professionisti, associazioni e organizzazioni: Terra Vecchia – Santa Barbara; Pozzo Carrozza – Porta Torricelli; Cittadella; Scarafone – Fornaci; San Samuel ed aree limitrofe; Percorsi di rigenerazione. Per questo, la cittadinanza e la stessa Amministrazione Comunale sono chiamate adesso ad individuare l’ambito da Rigenerare attraverso gli eventuali finanziamenti intercettati tramite il Bando. Si tratta di un massimo di 5 milioni di euro che possono favorire lo sviluppo urbano e sostenibile di Cerignola. Anche per questo, per l’elaborazione della Strategia di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) contenuta nel DPRU da candidare al bando, il progetto deve rispettare alcuni obiettivi tematici: Inclusione sociale e lotta alla povertà; Energia Sostenibile e qualità della vita; Adattamento al cambiamento climatico e prevenzione e gestione dei rischi; Tutela dell’ambiente e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali. Il termine di consegna del progetto è fissato all’11 settembre 2017. Fino a quel giorno, dunque, l’Amministrazione Comunale lavorerà per promuovere ulteriori momenti di concertazione e di ascolto della cittadinanza.

«Vogliamo che questo percorso sia il più partecipato possibile – ha detto Rino Pezzano, assessore comunale alle Politiche Sociali – . Il comune si è finalmente dotato del DPRU, uno strumento indispensabile per rilanciare lo sviluppo economico, urbano, sostenibile, architettonico e sociale della città, tutti elementi che si integrano con la finalità del bando a cui parteciperemo per disegnare un nuovo volto della città». All’iniziativa “Un caffè per Rigenerare” erano presenti anche Tommaso Bufano, assessore all’Urbanistica del Comune di Cerignola; Nicola La Macchia, redattore DPRU della città di Cerignola, Don Ignazio Pedone, direttore diocesano Ufficio Beni Culturali ed Edilizia di Culto. Per partecipare al forum e dare la propria idea di rigenerazione è possibile vistare il sito www.rigenerazioneurbanacerignola.it.

  • FranGesco

    Iniziate dall’ agrario peró stavolta il progetto fatelo prima.
    Andiamo avanDi

  • Attenzione

    Priorità alla zona industriale specie canale lagrimaro