Inizia oggi il primo vero fine settimana d’esodo per le mete estive per gli italiani. Non a caso, secondo Autostrade per l’Italia, sino a oggi pomeriggio sarà «bollino rosso» nelle reti stradali mentre in serata il traffico diminuirà. Domani 30 luglio la situazione tornerà critica per tutta la mattinata. Il rischio di rallentamenti è alto lungo le dorsali adriatiche, joniche, tirreniche e soprattutto sull’A1 Milano-Napoli in direzione Sud; l’A12 Genova-Roma; A12 Roma-Civitavecchia, in direzione Nord, A14 Bologna-Taranto, in direzione Sud, e l’A18 Messina-Catania. Per rendere più sicuro l’esodo è scattato il «Piano dei servizi per l’esodo estivo» che prevede più pattuglie su strade e treni, squadre di addetti alla sorveglianza e al pronto intervento in caso di emergenza, informazioni aggiornate su traffico. Infine sulla rete Anas, ha spiegato il responsabile gestione rete Anas Stefano Mastrangelo, per ridurre i disagi e le code diminuiranno del 30 per cento i cantieri inamovibili rispetto al 2016.

Il «bollino nero»

Il prossimo sabato 5 agosto è invece prevista la giornata «peggiore» dell’estate: sarà l’unico bollino nero. Il giorno dopo tornerà il «bollino rosso» così come venerdì 11 pomeriggio e sabato 12 mattina e pomeriggio. Poi cominceranno i rientri con «bollino rosso» previsto negli ultimi due week end d’agosto e nei primi due di settembre. Per allentare la morsa del traffico è stato previsto il blocco alla circolazione dei mezzi pesanti (massa superiore alle 7,5 tonnellate) per oggi sino alle 16 e domani dalle 7 alle 22.

Le strade più trafficate

In linea di massima, le strade e autostrade a rischio congestione durante l’estate — secondo Autostrade per l’Italia — sono soprattutto: la A3 (Salerno – Reggio Calabria), la A19 (Palermo – Catania), la A29 (Palermo – Mazara del Vallo). Tra le strade statali attenzione all’Aurelia (SS1), all’Adriatica (SS16), alla Ionica (SS106), alla zona del Tirreno inferiore (SS18) ma anche su Val d’Aosta, Toscana, Emilia Romagna e Umbria. Sulla rete Anas, saranno ridotti del 30% rispetto al 2016. Sugli oltre 26 mila km di rete Anas, i cantieri attivi saranno 162, di cui 35 su autostrade e raccordi autostradali e 127 sulle strade statali. Il numero maggiore di cantieri e’ presente sulla A19 Palermo-Catania. A sostegno degli automobilisti è stata prevista da Anas una squadra di oltre 2.500 addetti per la sorveglianza e il pronto intervento in caso di emergenza, 1.100 gli automezzi impiegati, 1.830 telecamere e 530 pannelli a messaggio variabile.

Il boom del car pooling

Con l’avvento della rete internet e soprattutto delle App, l’automobilista si è evoluto e alle famose (o famigerate) «partenze intelligenti» si è affiancato l’utilizzo dell’auto condivisa. Secondo Blablacar, la società leader nel mercato del car pooling, gli italiani che tra il 4 e il 15 agosto viaggeranno in questo modo alternativo per raggiungere le mete di vacanza sono oltre 260mila. In media, condivideranno 573 chilometri: il 68% in più rispetto ai 340 km del viaggio nazionale medio condiviso negli altri periodi dell’anno. Tra le destinazioni di mare più popolari in car pooling ci sono la riviera romagnola e le Marche per chi è in partenza da Bologna mentre Napoli, Salerno e le località della Puglia per chi parte da Roma. Infine Rimini e la riviera ligure è la più gettonata per chi si mette in viaggio da Milano. In montagna, le due tratte nazionali con maggiore offerta di viaggi — sempre secondo BlaBlaCar — sono due: quella che da Verona raggiunge le località del Trentino Alto Adige e quella che da Torino prosegue verso i più famosi centri della Valle d’Aosta. Comunque, anche i laghi hanno un picco quest’estate. Le prime tre tratte per offerta sono la Milano-Como, la Verona-Desenzano del Garda, e la Brescia-Desenzano del Garda.

In aumento i passeggeri sui treni

Questo sarà un fine settimana di grande movimento anche sui treni e nelle stazioni italiane: circa 3,5 milioni di passeggeri sceglieranno di spostarsi con il Gruppo FS Italiane. In dettaglio, saranno 670mila (+3 per cento, rispetto allo scorso anno) le persone che viaggeranno con le Frecce e gli InterCity di Trenitalia, due milioni quelli che tra entro domenica saliranno sui treni regionali di Trenitalia, anche per raggiungere mete balneari e turistiche. Proiezioni elaborate in base alle prenotazioni già ricevute dicono che alla fine dell’estate saranno stati 26 i milioni di viaggiatori che si sposteranno lungo la penisola con i treni nazionali di Trenitalia, le principali mete sono le città d’arte (Roma, Firenze, Venezia e Napoli), ma flussi consistenti si prevedono anche verso la Riviera romagnola, la Puglia e il Trentino Alto Adige. Inoltre, sulle fermate aggiunte per l’estate, si sono registrate già oltre 50mila prenotazioni (circa +6 per cento rispetto al 2016).

Tratto da corriere.it – di A. R. – 30-07-2017