Giorni frenetici in casa Udas Volley: la formazione ofantina, che ha difeso nella scorsa stagione il posto nella serie B unica, sta annunciando via via le figure che faranno parte della rosa per il campionato che partirà a metà ottobre. Subito una novità per quanto riguarda la guida tecnica: il nuovo allenatore (con qualifica anche di preparatore atletico) è Andrea Pozzi. L’avventura nel mondo della pallavolo inizia nel 1996 come assistente all’Auselda Roma, seguono, poi, gli anni nel vivaio della Piaggio Roma e le esperienze da allenatore nel Frascati e nel Cus Roma. Dal 2002 al 2005 si occupa del Latina (A1), dalla squadra pontina ha inizio la sua attività di preparatore atletico, successivamente il passaggio al Vibo Valentia e qui la conoscenza con Mauro Berruto, che lo vorrà sempre a suoi fianco per i successivi 7 anni coinvolgendolo nella gestione di team come il Panatinaikos (Grecia), la Lube Banca Marche Macerata e perfino la Nazionale Finlandese e dal 2011 al 2014 l’esperienza con gli azzurri nella nostra Nazionale, periodo (2011-2013) in cui ha lavorato anche con coach Lorenzo Bernardi nel Jastrzębski Wegiel (Polonia).

Diversi i nuovi arrivi in casa biancazzurra: il primo è un figlio d’arte, si tratta del palleggiatore Alessandro Tofoli (classe ’98) e che arriva dalla A2 e dall’esperienza col Club Italia per seguire le orme del padre Paolo, già campione del mondo negli anni ’90. A completare la diagonale c’è l’opposto Michael Palmieri, siciliano 27enne proveniente dalla Folgore Massa e con un curriculum di tutto rispetto sempre in serie B. Novità anche in difesa, con l’acquisto del libero Simone Sardanelli (nato nel 1994), nella stagione passata ad Offida: fra i suoi trascorsi, le annate a Vibo Valentia in cui ha conquistato una coppa Italia di A2 e sfiorato una promozione nella massima serie. Torna dopo una stagione invece Stefano Durante: il martello dopo il torneo scorso giocato a Leverano ha scelto di nuovo l’Udas, per confermare le ambizioni della squadra allestita dal nuovo coach in collaborazione con il direttore sportivo Roberto Ferraro.

Passando alla conferme, resta nella società udassina lo storico capitano Luca Lanzone, alla sesta annata di fila con la società cerigolana ed autentica bandiera ormai; al suo fianco nel ruolo di centrale anche Raffaele Zoccola, 29enne posto 3 fra i protagonisti della sudatissima e meritata salvezza del maggio scorso. Ora al ds non restano che altri ritocchi alla rosa, che nelle intenzioni dei biancazzurri e vista la portata dei colpi di mercato, si propone di disputare un campionato di vertice con vista sui playoff.

CONDIVIDI