Il Gragnano ferma l’Audace Cerignola nel primo turno della coppa Italia di serie D: il verdetto arriva dagli undici metri e ad oltranza, in un incontro in cui comunque gli ofantini hanno fatto vedere più degli avversari. Farina cambia tre interpreti rispetto alla sfida contro il San Severo: in difesa c’è Benvenga a destra con Pollidori al centro; Ngom in mediana con Adamo esterno alto con Longo precauzionalmente in panchina. Il tecnico del Gragnano, Campana, opta per il 4-3-3: Cioffi-Formisano-Napolitano il tridente. Avvio ad alti giri per l’Audace: al 4′ Morra non approfitta di una favorevole occasione, poi al 10′ spara alle stelle su un cross di Luca Russo bucato da due padroni di casa. Al 12′ tre pallegol in serie per i gialloblu: tiro di Adamo dal limite deviato in corner, Cioce alza sulla traversa la testata di Pollidori, Benvenga centra la trasversale sempre di testa. Al 20′ Pollidori atterra in area Gatto: per l’arbitro è calcio di rigore, Martone spiazza Abagnale ed è vantaggio Gragnano. I napoletani rinfrancati ci provano con un sinistro largo di Cioffi, la risposta ospite è con un fendente mancino di Benvenga di poco fuori. Morra e Montaldi scambiano le fasce di appartenenza, il numero 11 calcia debolmente da corta distanza, per l’ultima annotazione della prima frazione.

Al rientro dagli spogliatoi, Sante Russo rileva Morra, Cerignola col 4-4-2; Abagnale si disimpegna bene sulla conclusione decentrata di Gatto, poi ancora cambi per Farina. Oltre a Cappellari per Adamo, doppio ingresso (Longo e Portaccio per Benvenga e Ngom) per il ritorno al 3-4-3. Bastano due giri di lancette a Longo per iscriversi sul tabellino marcatori: cross dalla sinistra, sponda aerea di Santa Russo ed il bomber campano sottomisura gira in rete con una bella torsione. Dura pochissimo il match per il marcatore ofantino, sostituito da Ciano. Abagnale si distende in angolo su La Monica, il Cerignola prova a scardinare un passivo Gragnano ma deve fare i conti con l’espulsione di Pollidori per un fallo a centrocampo.

Si va ai rigori: Sante Russo viene ipnotizzato da Cioce, Abagnale si supera su Chiariello e consente di andare ad oltranza in coppia col penalty di Gambino. La Monica realizza, Luca Russo spiazza il portiere ma il palo gli dice no e sono i pastai a festeggiareDomenica prossima via al campionato con la terza trasferta consecutiva in gare ufficiali: si giocherà a Canosa contro lo Sporting Fulgor Molfetta.

«I ragazzi hanno dato il massimo – ha detto mister Francesco Farina a caldo -, ci hanno messo cuore e grinta lottando su ogni pallone, creando moltissime occasioni da rete. Gli avversari hanno segnato nell’unica occasione avuta nel primo tempo, su rigore. Abbiamo creato gioco, ma gli episodi non sono certo girati a nostro favore. Adesso ci concentreremo sull’inizio del campionato dove non dovremo sbagliare soprattutto nella fase di finalizzazione».

GRAGNANO-AUDACE CERIGNOLA 6-5 dcr (1-1)

Gragnano: Cioce, Liccardi (82′ Chiariello), Baratto, Carfora (70′ Cissè), Martone, Gatto, La Monica, Formisano (89′ Cascella), Napolitano, Franco, Cioffi (93′ Guidone). A disposizione: Bruno, Montuori, Esposito, Scognamiglio, Chagas. Allenatore: Rosario Campana.

Audace Cerignola: Abagnale, Benvenga (63′ Longo, dal 72′ Ciano), Russo L., Ngom (63′ Portaccio), Di Bari, Pollidori, Adamo (57′ Cappellari), Vicedomini, Gambino, Morra (46′ Russo S.), Montaldi. A disposizione: Marinaro R., La Bua, Dascoli, Parise. Allenatore: Francesco Farina.

Reti: 20′ Martone (G, rig.), 65′ Longo (AC).

Ammoniti: La Monica (G); Pollidori, Montaldi (AC). Espulso: Pollidori (AC) all’87’ per rosso diretto.

Angoli: 4-9. Fuorigioco: 1-1

Recuperi: 0′ pt, 5′ st.

Sequenza rigori: Franco (G) gol, Di Bari (AC) gol, Gatto (G) gol, Montaldi (AC) gol, Martone (G) gol, Vicedomini (AC) gol, Baratto (G) gol, Russo S. (AC) parato, Chiariello (G) parato, Gambino (AC) gol, La Monica (G) gol, Russo L. (AC) palo.

Arbitro: Monaco (Termoli). Assistenti: D’Onofrio (Termoli)-Romano (Isernia).

  • addio coppa

    Addio Coppa Italia, questa sconfitta non ci voleva. Qualcuno dirà ed ha detto: la coppa non ci interessa, importante e il campionato. non sono d’accordo, ricordiamo ha tutti che la vittoria in coppa italia ci dava lingresso diretto in c. peccato ci rifaremo