Dopo il rinvio della sfida di debutto con lo Sporting Fulgor Molfetta, per le note vicende relative all’inagibilità dello stadio di Canosa (la società ha inoltrato ricorso per ottenere in caso la vittoria a tavolino), arriva il momento dell’esordio ufficiale in serie D dell’Audace Cerignola. Domani, al “Monterisi”, gli ofantini affrontano il Nardò in un match che sarà ancora più insidioso di quanto già non lo fosse in partenza. A prescindere dalla paternità e dalle effettive responsabilità del mancato svolgimento della partita di domenica scorsa, è pacifico che i gialloblu siano stati maggiormente danneggiati: i ragazzi di Francesco Farina infatti hanno dovuto osservare un riposo forzato, mentre tutte le altre formazioni sono scese regolarmente in campo per inaugurare il torneo. Il Nardò poi, avrà propositi di riscatto, visto lo stop casalingo di quasi sette giorni fa ad opera della Sarnese. Il mister campano ha mantenuto la concentrazione alta, nonostante la delusione per non aver potuto prendere confidenza con il nuovo campionato: in campo ci sarà un Cerignola determinato e desideroso di misurare le sue ambizioni con le altre concorrenti. Tre sono gli ex neretini in forza ai gialloblu: il più recente Benvenga, poi Vicedomini ed anche Montaldi, questi ultimi artefici di due promozioni nel leccese. Sullo schieramento di partenza, non dovrebbero esserci molti dubbi, con gli innesti dal 1′ di Iannini e di Longo, già in rampa di lancio prima del “caso” Molfetta.

Al terzo anno consecutivo in D -e con all’attivo partecipazioni alla C2 fra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei 2000-, il Nardò è reduce da due partecipazioni consecutive ai playoff, con un quarto ed un quinto posto. Un compito che attualmente pare piuttosto difficile, poiché la rosa messa a disposizione dell’allenatore Taurino è fortemente improntata sulla linea verde. Superati i primi due turni di coppa Italia (all’esordio mandato ko il Taranto ai rigori), è arrivata la sconfitta interna ad opera della Sarnese. Il calciatore più rappresentativo è senz’altro Pietro Balistreri, ex Taranto in D ma soprattutto C1 e C2 con le maglie di Ternana, Pisa e Perugia: al siciliano l’onere di guidare l’attacco dei salentini. Buoni elementi sono anche il difensore Schiavino e l centrocampisti Alessio Palmisano e Bertacchi. Uno squalificato nelle fila granata, il difensore Versienti, fermato per due giornate a causa dell’espulsione rimediata contro i campani.

Ultimo precedente fra le due squadre risalente alla stagione 2009/2010 in Eccellenza: l’incontro termino 4-2 per l’Audace Cerignola. Calcio d’inizio alle ore 16.30, con la direzione di gara affidata al sig.Pascarella, della sezione di Nocera Inferiore.

CONDIVIDI
  • enzo dei taralli

    FORZA GIALLOBLU