Anticipo al sabato per l’Audace Cerignola: nella terza giornata di serie D, gli ofantini renderanno nuovamente visita al Gragnano, dopo il match giocato il 27 agosto scorso in coppa Italia. A tal proposito, ieri è arrivata la notizia dell’accoglimento del ricorso della società in relazione alla posizione irregolare del calciatore campano Baratto: il Giudice Sportivo ha dato ragione ai cerignolani disponendo lo 0-3 a favore a tavolino ed il conseguente passaggio ai trentaduesimi di finale della manifestazione. I ragazzi di Francesco Farina sono reduci dallo 0-0 interno di domenica scorsa col Nardò, che rappresentava anche l’esordio in campionato con una settimana di ritardo rispetto alle altre concorrenti. La prova offerta contro i salentini non può certo essere definita memorabile, ma vanno concesse parecchie attenuanti alla squadre per non incorrere in premature e troppo esagerate critiche. E’ vero che con l’organico a disposizione ci si aspetta sempre il massimo dai gialloblu, eppure bisogna tenere ben presente che il panorama della D è molto più ostico e complicato rispetto alle stagioni trascorse nei tornei regionali. Gli avversari saranno sempre agguerriti, scorbutici e bisogna stare attenti a qualunque rivale, anche se sulla carta appaia più debole. In secondo luogo, l’organico a disposizione del tecnico casertano è stato considerevolmente rivisitato: ne discende che l’amalgama fra uomini e reparti non si ottiene magicamente in un batter d’occhio, ma serve disputare le partite e saggiare le altre formazioni per valutare i margini di miglioramento e lo stato delle cose. Ancora, lo stop forzato deciso in occasione dell’incontro a Canosa con lo Sporting Fulgor Molfetta ha impedito di entrare sempre più nel ritmo partita, obbligando l’Audace ad un riposo inopportuno mentre tutte le altre scendevano in campo. Iannini e compagni sanno per primi di dover riscattare una prestazione opaca e cercheranno la prima vittoria in campionato, non dimenticando di trovarsi alle battute iniziali e che non di rado di verificano sorprese e legittimi ostacoli in avvio di annata. Sull’undici da schierare ci sono diverse incognite: Farina medita di cambiare qualcosa, potrebbe essere rilanciato Cappellari e sugli under da impiegare ci sono i dubbi maggiori, mentre sembra confermato in avanti il trio Montaldi-Gambino-Longo.

Il Gragnano dopo due giornate è ancora fermo al palo, avendo rimediato due ko con Altamura (in casa) ed a Potenza: i napoletani di Rosario Campana avranno grande spirito di rivalsa per cercare di muovere la classifica e provare a fare il colpo grosso sfruttando il fattore campo. Due gli squalificati nei campani: lo stesso Baratto e Chiariello, espulso domenica, mentre tornerà a disposizione il centrocampista Formisano. Nel frattempo per i pastai c’è una novità nel reparto avanzato, rappresentata da Mansour, reduce da una ottima stagione in Eccellenza con la maglia del Faiano. Calcio d’inizio alle ore 15, con la direzione arbitrale affidata al sig.Centi, della sezione di Viterbo.

CONDIVIDI
  • Dino 1961

    FORZA CERGNOLA