Va all’Audace Cerignola il derby con il Manfredonia: al “Miramare” finisce 1-2, col gol decisivo di Gambino arrivato a metà ripresa. Partita sofferta, come aveva pronosticato mister Farina, perché i sipontini per una buona ora di gioco hanno tenuto molto bene il campo e avevano creato più di un pericolo. Due soli cambi negli ofantini rispetto agli undici di partenza di una settimana fa: Longo in avanti al posto di Adamo ed il ritorno di Cappellari sulla fascia esterna di destra. Nel Manfredonia, il nuovo arrivo De Giosa è in panchina al pari di Trotta: Baratto opta per un 4-3-3 che vede in avanti Romano sostenuto da Poziello e Amendola. Al primo affondo ospite, il risultato si sblocca in virtù di una magistrale esecuzione di uno schema da calcio d’angolo: da Vicedomini a Ciano, da questi in profondità per Montaldi che centra e trova l’inserimento vincente sottomisura di Longo, il quale si sblocca anche in campionato. I padroni di casa reagiscono con una conclusione di Poziello respinta da un difensore ed ispirata da una manovra ampia dei sipontini. I biancocelesti prendono campo ed al 19′ vedono annullato un gol per fuorigioco a Romano, dopo l’intervento di Abagnale su Poziello: il team di Baratto insiste ed Abagnale deve distendersi sul tracciante di Amendola al 25′. Montaldi prova dalla lunetta, il tiro è sporcato da Mazzei e diventa facile preda di Bagnara; sale in cattedra il portiere cerignolano, prima su una botta di Joff, poi Abagnale si supera sul colpo di testa di Mazzei al 38′. Si conclude così il primo tempo, con la vivacità dei giovani locali a contrapporsi al giro palla dell’Audace.

Il Manfredonia vede premiati i suoi sforzi appena iniziata la ripresa: solo due giri di lancette e un traversone dalla destra è incocciato da Poziello, la sponda è preda di Joff che da pochi metri batte Abagnale, grazie anche alla staticità della retroguardia cerignolana. I sipontini sfiorano perfino il ribaltone, quando Mazzei solo a centroarea gira di testa fuori un corner dalla destra. L’Audace si scuote e Gambino si fa minaccioso, trovando la risposta di Bagnara: ancora l’attaccante calabrese di testa su servizio di Montaldi, ma la mira non è perfetta. Carmine Marinaro nel frattempo aveva rilevato Vicedomini, al 66′ giunge la rete decisiva: campanile in area di rigore del Manfredonia, Montaldi ci crede e spizza per Gambino, il quale nell’area piccola gira al volo superando il portiere. Con l’ingresso di Benvenga, il Cerignola si schiera col 4-4-2 (fuori Longo): dall’altra parte, i delfini biancocelesti finiscono la benzina e non riescono a ripartire, malgrado gli innesti di Trotta e De Giosa. Nel recupero, altre due occasioni per gli ofantini: i neoentrati Adamo e Varsi costruiscono una azione che vede quest’ultimo spedire sull’esterno della rete; Iannini si gira e calcia di prima intenzione alto sulla traversa.

Preziosa vittoria esterna per l’Audace, che si conferma al secondo posto in classifica; Manfredonia che esce a testa alta confermandosi compagine ostica da affrontare in casa. Domenica prossima il calendario propone il match casalingo con una Cavese in salute, prima però mercoledì l’impegno in coppa Italia contro il Campobasso sempre al “Monterisi”.

LE PAROLE DI FARINA «Partita dura – ha detto a margine dell’incontro mister Francesco Farina – ma abbiamo creato nel secondo tempo tantissime occasioni da goal. Non siamo riusciti a concretizzare molto, ma il risultato poteva essere più largo. Dopo la partita vinta in casa col Taranto questo match rappresentava un ostacolo importante, perché potevamo sbagliare atteggiamento. Però, dopo un primo tempo non al top, nel secondo tempo la squadra si espressa bene. Abbiamo fatto molto possesso palla creando parecchie occasioni – conclude Farina -. Dobbiamo solo essere più bravi a chiuderla prima».

MANFREDONIA-AUDACE CERIGNOLA 1-2

Manfredonia: Bagnara, Granatiero, Mannarini, Martino (72′ Rinaldi), Russo (63′ De Giosa), Mazzei, Cicereli (63′ Vatiero), Joff (80′ Imbriani), Romano, Poziello, Amendola (63′ Trotta). A disposizione: Simone, Armiento, Falco, Ese. Allenatore: Giovanni Baratto.

Audace Cerignola: Abagnale, Ciano, Pollidori, Dellino, Cappellari (76′ Adamo), Iannini, Vicedomini (63′ Marinaro C.), Russo L., Montaldi (89′ Varsi), Gambino, Longo (68′ Benvenga). A disposizione: Maraolo, Ngom, Portaccio, Russo S., Di Cillo. Allenatore: Francesco Farina.

Reti: 5′ Longo, 47′ Joff (M), 66′ Gambino.

Ammoniti: Bagnara, Joff, Trotta (M); Dellino, Vicedomini, Ciano (AC).

Angoli: 4-5. Fuorigioco: 4-5. Recuperi: 2′ pt, 6′ st.

Arbitro: Vitulano (Firenze). Assistenti: Mariniello (Ercolano)-Piedipalumbo (Torre Annunziata).

CLASSIFICA ALLA QUINTA GIORNATA

Potenza 15; Audace Cerignola, Az Picerno 13; Gravina 11; Cavese, Sarnese 10; Team Altamura 9; Pomigliano, Turris 8; Taranto 6; Frattese, Francavilla in Sinni 5; Nardò 4; Aversa Normanna 3; Sporting Fulgor Molfetta 2; Alto Tavoliere San Severo, Gragnano 1; Manfredonia 0.

CONDIVIDI