La manutenzione delle scuole ancora in primo piano nell’agenda amministrativa a Palazzo di Città. «Abbiamo ereditato questa situazione, manutenzione delle scuole non effettuata da anni, lastrici solari ridotti a colabrodo, canali di scolo delle acque completamente otturati – ha detto il capogruppo Loredana Lepore -. Abbiamo messo in atto una mappatura delle scuole focalizzando l’attenzione su quelle più disastrate. L’Assessore ai lavori pubblici arch. Tommaso Bufano, coadiuvato dallo staff dell’Ufficio Tecnico, ha calendarizzato una serie di interventi finalizzati alla strutturale risoluzione dei problemi. Alcuni iniziati durante lo scorso anno scolastico, altri, invece, hanno avuto inizio dopo il termine dell’anno scolastico con prosecuzione per l’intera estate. Oggi non piove più all’interno della Scuola Pavoncelli, della Scuola Marconi, della Scuola P. Pio, del 5° Circolo Terminillo, della Scuola Materna Rione Fornaci, della Scuola Materna di via Brenta».

Diversi gli interventi effettuati, altri ancora da completare e da portare a termine, come per l’istituto Carducci chiuso da un anno. «Si inizia a vedere la posa in opera delle fondamenta della costruenda Scuola Elementare Di Vittorio, sono state candidate a bando per l’efficientamento energetico le Scuole Carducci, A. Moro, Pavoncelli e Marconi e nel contempo sono state individuate ingenti somme per la ristrutturazione della scuola Elementare Carducci – prosegue Lepore -. Sono stati enormi gli sforzi. La buona Politica non si fa con le parole ma con i fatti, non con i proclami ma con gli interventi, non con le promesse ma con gli impegni»

CONDIVIDI