La Pallavolo Cerignola vince sulla Sicilia Catania al tiebreak e firma un recupero di carattere, dopo che il Pala Dileo le vedeva sotto 0-2: il sestetto di coach Filannino tiene duro e dopo una rapida ripresa, è Ameri che spinge la squadra al successo con una difesa impeccabile e un attacco che brucia le mani avversarie. Ottime prestazioni anche per l’alzatrice Catalano che, nonostante un piccolo dolore alla spalla, rimane ancorata al suo posto servendo palle sempre più pulite e precise. Per la quarta di campionato, la Fmi Shop è scesa in campo con: Ameri, Frate, Mancuso, Tralli, Bisceglia, Giancane e Rubino nel ruolo di libero. Per le siciliane: Miuccio, Luzzi, Li Muli, Giannone, Gervasi, Gulino e il libero Bonaccorso.

Le fasi iniziali del primo parziale vedono immediatamente le “pantere” in vantaggio: Bisceglia attacca duro da posto 4, Ameri la segue e Tralli in fast sigla l’8-5. Ci sono però anche errori: attacco out del capitano Mancuso, la fast di Giancane finisce in rete, la Giannone schiaccia sulla Rubino e manda in tilt le armonie fucsia. Sulla parità, Filannino chiama al suo cospetto Catalano e togliendo Frate dal campo, spera in un’immediata ripresa ma la Sicilia Catania si scaraventa sulla padrone di casa con tutte le sue giocatrici: Luzzi regna sovrana sottorete e Gervasi a ripetizione conclude azioni fino ad distanziare le avversarie di due punti. Non basta il mani out di Mancuso da seconda linea per accorciare le distanze: Li Muli supera il muro, il genio di Gulino in secondo tocco conclude il set per 21-25.
Con il cambio campo, la Fmi Shop sembra essersi ritrovata: Bisceglia e Ameri donano forti emozioni al pubblico con bordate che piegano le siciliane, Tralli ingrana la marcia e Mancuso firma il diagonale del 12-10. Continua il buon momento ofantino, ma tutto quello costruito, sul 17-14, viene vanificato da tre attacchi fuori misura consecutivi ed una bordata di Gulino. Catania è ad un solo punto di distanza, non molla la presa e cavalcando l’onda negativa delle locali, spiazza tutti con Luzzi sulla Mancuso (23-25).
Nel terzo parziale non ce n’è per nessuno: Tralli efficace in battuta, le “pantere” iniziano realmente a ruggire: Giancane a muro guadagna terreno, Bisceglia schiaccia il 6-5 e nonostante la mini ripresa delle siciliane, Giancane in fast urla la carica che spingerà la Tralli a mettere in pari la situazione. Con il giusto spirito di squadra ed una Rubino che sembra essersi ritrovata, l’ace di Ameri, il primo tempo di Tralli e l’attacco del capitano Mancuso spingono le cerignolane fino al 25-20.
Anche nel quarto set la situazione non cambia: dopo diversi servizi sbagliati, il punteggio resta in equilibrio; l’errore di Bisceglia riaccende la voglia di vincere nelle ospiti, Ameri fa sentire la sua presenza in prima linea con un pallonetto ed un mani out. La Pallavolo Cerignola prende un leggero margine: Tralli, la battuta out di Li Muli e l’errore della compagna Luzzi già fanno respirare aria di tiebreak. La sfida resta assolutamente avvincente, le fucsia hanno la meglio grazie alla forza della centrale Giancane ed all’eleganza del trio Tralli-Ameri-Mancuso che a ruota entrano in campo avversario con prepotenza: col 25-22 si va al quinto set. Stupiti della grande rimonta, i tifosi del Pala Dileo iniziano a riscaldar le voci ed a ragione: Mancuso mura Luzzi, Giancane a segno con un primo tempo e Ameri mantiene ottime percentuali in attacco. La Fmi Shop recupera un paio di lunghezze e poi non regala più nulla sulle ali dell’entusiasmo: l’ace di Tralli, l’attacco della Mancuso e il colpo di Ameri concludono sul 15-11.
Terza vittoria stagionale per le ofantine, che salgono a 9 punti in classifica: nel prossimo turno, in calendario la trasferta a Castelvetrano, ancora con un avversario siciliano.