Oggi in Italia un disoccupato passa in pochi mesi a una condizione di forte indigenza, mentre le coppie che lavorano, sempre più spesso, sono obbligate a rinunciare alla famiglia e alla genitorialità. Troppe volte, inoltre, le donne sono costrette a decidere tra lavoro e famiglia. La UILA ha scelto di cambiare le cose e di proporre una raccolta di firme con due proposte di legge di iniziativa popolare per chiedere a Governo e Parlamento un intervento concreto per sostenere chi perde il lavoro e per favorire la genitorialità.

La presentazione delle proposte di legge di iniziativa popolare e l’avvio della raccolta firma “Due firme per far bene al mio paese” avverrà per la Puglia l’8 novembre prossimo, alle ore 10,00, presso l’Aula consiliare della città metropolitana di Bari e vedrà la presenza, tra gli altri, del Segretario generale UILA nazionale, Stefano Mantegazza. Per il nostro territorio la presentazione delle proposte di legge e l’avvio della raccolta firme si terrà domenica 12 novembre, a partire dalle 12,00, presso la sala ricevimenti “Giardini Jemma” (Cerignola, strada statale Cerignola-Manfredonia, Km.7), nell’ambito della “Festa dell’Agricoltura”. Il tradizionale appuntamento con il meglio del settore agroalimentare locale organizzato da Uila-Uil di Cerignola sarà aperto dall’intervento di saluto di Damiano Paparella, Segretario Uila-Uil Territoriale Foggia e dagli interventi di Antonio Castriotta, Segretario generale Uila-Uil territoriale di Foggia, e di Pietro Buongiorno, Segretario generale Uila Regionale Puglia. A seguire la premiazione di lavoratori, imprenditori, cooperative e aziende che si sono distinte nell’ambito dell’agroalimentare.

CONDIVIDI