Dopo la “quasi rissa” in casa Pd è Nicola Giordano, protagonista dell’episodio, a fare mea culpa e a raccontare la sua versione dei fatti. Lo scorso mercoledì 8 novembre sul finire della prima riunione di coordinamento, in un botta e risposta con Sgarro, Giordano aveva alzato la voce avvicinandosi minacciosamente – secondo quanto riferito dai presenti – a Sgarro rimasto fermo. Di lì l’interruzione della riunione a suon di urla tra le fazioni. Sgarro e i suoi abbandonano il direttivo «non essendoci più le condizioni per un democratico confronto tra le anime di questo partito» diranno in seguito.

LA REPLICA DI GIORDANO «Ero nervoso e ho alzato la voce all’indirizzo di Tommaso ma non sarei mai arrivato alle mani, questo credo sia fuor di dubbio» spiega. Ma non è tutto, perché Giordano, dopo aver ribadito la stima per Elena Gentile, «con cui – dice – ho condiviso fianco a fianco dodici anni della mia vita politica», passa alle vicende congressuali. «Mi hanno contattato i consiglieri, nel periodo della festa patronale, lamentando poca rappresentanza e l’esigenza di allegare la platea. Ho recepito e provato a far passare questa linea tenendo tutti insieme». Ma qualcosa forse si era già rotto giorni addietro, quando prima ancora di ferragosto cominciavano a girare tra i dem voci da bar (e davanti ai bar, ndr), secondo cui era necessario un ricambio proprio al vertice del partito cerignolano. «Sono stato convintamente sostenitore di Sgarro e lo sono ancora: per me è lui il prossimo candidato Sindaco. Ho fatto l’impossibile per ricomporre i cocci prima del congresso e ci sto provando anche ora» confessa Giordano. «Ho sposato però la causa dell’alternanza, perché l’ho ritenuta una battaglia giusta. Nessuno mi dice quello che devo fare, non prendo ordini da Emiliano, che ribadisco non ho mai incontrato e del quale non ho condiviso quella infelice battuta sulla liberazione del Pd. Preciso che il binomio Pd-civici su Cerignola non può aver luogo». E conclude, «nel momento in cui ci dovessero essere convergenze con Emiliano e ammorbidimenti con l’amministrazione Metta mi ritirerò in buon ordine».

LA NUOVA GOVERNANCE Una spaccatura e una contrapposizione, quella all’interno del Partito Democratico, dalla quale Giordano prova, nei limiti del possibile, a tirarsi fuori per non rimanerne troppo imbrigliato nel gioco delle parti. Tuttavia esiste oggi un muro tra le due fazioni, frutto anche del pettegolezzo che ha fatto da contorno alla competizione inasprendo fortemente gli animi. Ma non solo. La linea dell’allargamento, del ricambio e dell’apertura purtroppo non trova conferme nei fatti. Se i nomi del direttivo risultano “familiari”, la nuova segreteria di fatto non rispecchia le voglie di cambiamento propinate a suon di note stampa. Con Sabina Ditommaso segretario, dovrebbero esserci di sicuro Maria Dibisceglia (nel ruolo di vice), Rocco Dalessandro, lo stesso Nicola Giordano, Giovanni Grieco, più altri due ancora da definire. Saranno forse questi ultimi i nomi di “apertura”, le novità del nuovo corso del partito democratico? Anche perché se fossero dirigenti di partito di lungo corso, come la quasi totalità dei già citati, il ricambio sembrerebbe ai più solo una scusa di facciata.

  • Prof. Nunzio VITULLO

    Sta combriccola di fetenti, rissosi, teppistelli e omm de nind vuole guidare Cerignola???? Ma per piacere scetavenn da nanz o c….. !!!!!

    • Ex piddino

      CHE SCHIFOOOO!!!!!!

    • Curiosa!

      Mi scusi se mi permetto, ma dato che la discussione è pubblica, mi chiedevo lei conosce bene queste persone che descrive come omm de nind? Prima di giudicare una persona dal punto di vista fisico non dovrebbe prima avere il piacere di conoscere determinate persone? Dato che da quanto leggo lei è un professore deduco che dovrebbe essere anche un educando quindi mi spieghi… grazie!

      • Prof. Nunzio VITULLO

        Tutti abbiamo la sfortuna di conoscere queste “persone”, purtroppo!!!! Loschi individui che vivono solo di malaffare, illudendo ed ingannando tante povere persone sprovvedute e nel bisogno. Costoro hanno tradito nel senso più ampio
        del termine quelli che furono gli ideali del socialismo, gli ideali rivoluzionari bolscevichi di Lenin, hanno fatto dell’ ideologia marxista un vero e proprio affare per il proprio tornaconto. Come definire queste persone? Lascio a Lei la parola cara Signora Curiosa. I miei rispetti.

    • Nicola Giordano

      E lei si ritiene un educatore? O mamm che s pass… Povera Cerignola!!

      • Prof. Nunzio VITULLO

        E Lei si ritiene un politico? Povera Cerignola lo dico io, poveri noi. Sparisca, si faccia un favore, l’ unica cosa utile che potrà fare. Saluti.

  • Nicola fratello di Andrea

    Hanno la faccia tosta di andare in giro ancora, il PD sta uccidendo gli Italiani e massacrando la povera Italia. Sparite, ammazzatevi infami e traditori.

    • Bruno

      Infatti ma chi è quest altro salame lestofante!

      • Bruno

        A questo era il portaborse di zia Elena

        • Peppino Di Francesco

          ………….portava le borse e si mangiava tutto, un vero canaruto!!!! Vai a lavorare, vedi di sgrassare un po’, notoun ca voul cambé soup a i spadd nostr.

      • Talino il falegname

        Un’altro che mangia il pane a tradimento (infatti pesa 135 kg)
        Un altro Politicante da strapazzo, il nuovo Palmiro Togliatti.

  • Ke vergogna

    Ncoò ve four affadghe Cha gh megnj , u’ pulitch no u se fè……………tutta frcche sold……

    • Col. Giovanni Fratianno

      Non direi che vergogna, perché questa GENTAGLIA di vergogna non ne ha, non hanno alcun scrupolo, il loro é un pensiero fisso: RUBARE, FOTTERE, FRAUDARE, APPROPIARSI DI TUTTO CIO’ CHE NON GLI APPARTIENE. Ed hanno il coraggio di esporsi al pubblico come soluzione migliore agli attuali o passati amministratori.

  • Hasta la Victoria siempre

    Infatti non voleva venire alle mani, ma ai piedi. Vero cafone, rozzo, incolto, bifolco, pappone. Non é degno di rappresentare la classe operaia ed il proletariato. Bocciato.

  • Schifato

    Conosco Giordano per motivi professionali onestamente non credo ad una parola di quello che leggo! I veri stronzi di turno siete voi che offendete giusto per il gusto di farlo che schifo!!! Anziché perdere tempo a commentare andate a lavorare voi!

  • Vergogna

    Ma vi rendete conto? Ma perché offendere in questo modo? Nicola non ti conosco bene! Ma continua a testa alta Cerignola forse non ti merita!! Lestofanti e bugiardi !! 🤢

    • frango u carruzzir

      Nicola o scej à zappé à la vej d for!!!!

    • MAO TSE TUNG

      GOCC VU’ AVE’

  • Chiediamo cortesemente nei commenti di non offendere nessuno. Grazie

    • Perchinunno Aldo

      Non offendiamo nessuno, diciamo solo la verità. Peccato, ma auspichiamo un ritorno alla politica vera, pulita e in favore del popolo. Dunque di Giordano non sappiamo cosa farne. Viva il Proletariato, viva il Socialismo.

  • Pinuccio Bruno

    La domanda nasce spontanea , ed è la seguente: considerato che Nicola Giordano è stimatore
    della Gentile; sostenitore di Sgarro al
    punto tale da ritenerlo prossimo candidato sindaco, come mai nutra tanto livore
    nei confronti dello stesso Sgarro? Era
    nervoso? Credo che alla base vi fossero ben altre ragioni che non sono state rese note. L’alternanza , cui egli fa cenno di averla “sposata”,
    verosimilmente sarebbe il movente che a
    mio avviso ha radici baresi e che lo stesso Giordano ha tentato, con astuzia da bravo politico, renderle sfocate. Il “giocattolo” ormai si è rotto a livello nazione
    e le conseguenze logiche si riverberano a livello periferico. Far finta che non
    sia così, significa voler nascondere la polvere sotto il tappeto. E comunque,
    tentare di voler rimettere al loro posto i cocci, più che una ardua impresa, un tentativo che non ha
    motivo di esistere. Perciò , la
    costituenda segreteria durerebbe giusto
    il tempo di una nottata. Come ho già scritto in un’altra occasione
    attinente al tema, non scandalizzerebbe
    nessuno se si arrivasse ad una separazione consensuale o più comunemente
    detta “scissione” tra fazioni
    disomogenee in modo che ciascuno vada
    per la propria strada. Però, ancor
    prima che si potesse eventualmente arrivare a tanto, suggerirei al segretario Sabina Di Tommaso di convocare una assemblea di
    iscritti e simpatizzanti presso una sala insistente presso il Palazzo di Città
    per un pubblico dibattito, proprio su quanto accaduto a livello nazionale e che potrebbe essere cosa reale anche per il PD locale. .

    • Vituccio

      Signor Bruno mi consenta di dire che Giordano é una M…….a!!!!!

      • Politici vraghete…………

        Io penso che Cerignola come altri paesi rimitrofi, i veri politici non esitono più, adesso esiste clientelismo, cittadini truffati, mazzette, accordi con la mafia, e quant’altro. A proposito, Se ricordo bene 10milioni rubati dalla società “Gema” amministrazione Giannatempo, che fine hanno fatto??? Nessuno ne parla più, e nessuno sa niente, e noi FESSI PAGHIAMO, arriveranno cartelle pazze esattoriali casa x casa da quest’altro Pazzo senza fare nome “E IO PAGO”