Trasferta sul neutro di Mugnano per l’Audace Cerignola, che affronta la Frattese nella dodicesima giornata del girone H di serie D. Una gara speciale per Fabio Longo (nelle ultime tre stagioni attaccante principe dei campani prima del passaggio in gialloblu) e per mister Teore Grimaldi, che su quella panchina ha vissuto i suoi migliori anni finora da allenatore. Ofantini che sono tornati al successo domenica scorsa al “Monterisi” sulla Sarnese: un 4-1 mai in discussione ed un Cerignola che si è dimostrato vivo, pronto a reagire ad un periodo turbolento e che ha evidenziato sprazzi di bel gioco. Non era affatto semplice fosse così, in relazione anche alle partenze che c’erano state in precedenza e con quasi tutti i big arrivati in estate ai saluti. La risposta è arrivata sul campo, con un Longo straripante ed un Pollidori efficacissimo a centrocampo ed è servito indubbiamente anche il ritorno di Di Bari in difesa, garantendo equilibrio e compattezza al reparto. Tutti coloro che sono stati impiegati con i granata hanno fatto bene, nessuno escluso: l’Audace vuole restare a contatto con le prime posizioni fino alla riapertura del mercato a dicembre, per poi giocarsi comunque tutte le sue carte per le piazze che contano. Ora, ritrovato un minimo di serenità, è il momento di confermarsi e tenere duro per l’intero mese di novembre: il calendario sembra dare una mano ai cerignolani, ma è pur sempre vero che ogni domenica in questo campionato bisogna dare tutto perché nessuno ti regala nulla. Tenendo conto anche dell’organico ridottosi di diverse unità, difficilmente domani Grimaldi modificherà schema e uomini: si va verso la conferma degli undici che hanno iniziato il match contro i salernitani.

La Frattese in classifica è in tredicesima posizione con 9 punti conquistati ed un bilancio complessivo di due vittorie, tre pareggi e sei sconfitte, l’ultima domenica a Taranto per 3-0. I nerostellati non stanno vivendo una situazione facile, sia per i risultati non molto soddisfacenti sia per il fatto di dover disputare le sfide casalinghe lontano dall’impianto di Frattamaggiore. In panchina siede da pochi giorni Beppe Peviani, nella rosa gli elementi di maggiore esperienza si possono trovare i centrocampisti Tufano e Odierna, fra i più giovani l’attaccante Roghi ed il miglior marcatore Signorelli, autore di quattro gol finora. In organico anche Giampiero Adamo, girato in prestito dai gialloblu proprio alla società napoletana. Non sarà una passeggiata, poiché circa un mese fa la Frattese fece sudare e non poco la capolista Potenza, che riuscì a rimontare solo nei minuti finali e nel recupero ottenne la vittoria 2-3.

Calcio d’inizio fissato alle ore 14.30, la direzione arbitrale affidata al sig.Petrella, della sezione di Viterbo.

CONDIVIDI