Sarà giocato in posticipo il derby fra Audace Cerignola ed Alto Tavoliere San Severo, nella tredicesima giornata del girone H di serie D: si tratterà della seconda sfida stagionale dopo il successo degli ofantini 0-1 nel turno preliminare di coppa Italia. La squadra di Teore Grimaldi ha conseguito due vittorie nelle ultime due partite e punta al tris in quello che è un mezzo testacoda secondo quanto indica la classifica. Superato domenica scorsa il non facile ostacolo Frattese, che ha consegnato tre punti senza dubbio di rilievo al culmine di una prestazione di grande tempra e determinazione: i campani magari avrebbero potuto ottenere qualcosa in più, ma il Cerignola si è dimostrato compatto e pronto a soffrire, sciorinando un’altra caratteristica propria delle formazioni che ambiscono ai grandi traguardi. Senza una buona e necessaria dose di cinismo, non si va lontano: i gialloblu con la doppietta di Morra hanno vanificato la pur generosa prova dei frattesi, restando a contatto della capolista Potenza ed in compagnia di Altamura e Cavese. L’Audace avrà a disposizione fin da subito Adriano Louzada, esterno offensivo d’attacco arrivato in settimana dopo lo svincolo dal Modena: il brasiliano è pronto, difficile però che Grimaldi lo impieghi dall’inizio, contando magari in un ingresso nella ripresa per prendere confidenza in partita con i nuovi compagni. E’ indubbiamente una tipologia di calciatore che mancava in organico, i tifosi si aspettano da lui fantasia e grandi giocate sulla destra. Non sarà del match Massimo Pollidori per squalifica: quella del centrocampista è un’assenza non trascurabile per la sostanza che il barlettano infonde in mediana, uno fra Ngom e Portaccio ne prenderà il posto. Per il resto, il tecnico di Frattamaggiore non dovrebbe modificare le pedine scese in campo nelle ultime due uscite.

E’ relegato in fondo alla classifica l’Alto Tavoliere San Severo: tre soli punti racimolati grazie a pareggi, nessuna vittoria e nove sconfitte. Dalla fine di ottobre in panchina c’è Domenico Giacomarro, che ha sostituito il dimissionario Vadacca, anche se i problemi restano inalterati per i giallogranata; il viaggio nel basso Tavoliere concluderà un trittico che ha sancito le sconfitte con Altamura e Potenza. Appena quattro le reti segnate a fronte delle venti subite, una stagione partita sotto una cattiva stella e se non si inverte presto la rotta si rischia di grosso. Attacco che sconta il grave infortunio dell’uomo migliore Improta e che per il momento non riesce ad incidere. I giocatori più rappresentativi sono il difensore Ianniciello ed il capitano Florio, mentre a centrocampo dovrebbe esserci l’ex di turno Giovanni Albanese. In più, è stabilmente titolare un altro cerignolano, il difensore Michele Spinelli, con un passato nelle giovanili del Milan.

Ultimo precedente in un campionato fra le due compagini risalente alla stagione 2012/2013 in Eccellenza: terminò 2-1 per i gialloblu. Calcio d’inizio al “Monterisi” alle ore 18, la direzione arbitrale è stata affidata alla sig.ra Marotta, della sezione di Sapri.

CONDIVIDI