È un successo d’oro quello del Cerignola a Volla contro il Pomigliano: il 2-4 finale rende merito ad un gruppo di ragazzi che sta facendo un esemplare lavoro nonostante le difficoltà. Già, perché all’esiguo numero di elementi disponibili l’emergenza aumenta con Vicedomini alle prese con la varicella, Cappellari assente e Morra che si arrende nel riscaldamento ad un risentimento. Grimaldi quindi schiera Ngom e Pollidori in mediana e Sante Russo in avanti. Marco Nappi manda in campo i suoi con un 4-4-2 con davanti Vincenzo e Domenico Pisani. Gli ofantini prendono subito il controllo della situazione: al 10′ brutta sbavatura difensiva locale, Louzada recupera palla e lascia la sfera a Longo, che non incide a tu per tu con Alcolino a salvarsi. Al 19′ l’Audace sblocca: corner dalla sinistra di Marinaro, sul primo palo Pollidori di testa beffa tutti e mette dentro. Poco oltre la mezz’ora Louzada prova la botta dai 25 metri, non trovando lo specchio. Il Pomigliano evidenzia numerose lacune nel palleggio, molti palloni sono persi e quasi mai si affaccia dalle parti di Abagnale. Tuttavia, nel finale di frazione i granata si ridestano e vanno vicini al pareggio in due circostanze: un tiro deviato di Domenico Pisani termina non lontano dal palo, lo stesso numero 11 di casa vede ribattuta un secondo tentativo.

Nella ripresa, bastano due minuti a Pollidori per bissare la gioia personale: è la fotocopia del primo gol, dalla bandierina Carmine Marinaro, azione proseguita da Louzada, il barlettano puntuale con l’inzuccata. Al 52′ il Pomigliano accorcia, sempre sugli sviluppi di un angolo: la difesa non libera, raccoglie Domenico Pisani che con un fendente rasoterra supera Abagnale. Vitiello spara alto su corta respinta di Ciano, appena prima dell’ora di gioco ecco il tris. Sante Russo è fermato fallosamente, la posizione è ideale per il mancino di Carmine Marinaro: sfera a superare la barriera, Alcolino impietrito. Longo in ripartenza servito da Louzada trova la risposta in corner del portiere campano. La premiata ditta Marinaro-Pollidori funziona ancora: telecomandato il cross per la testa del centrocampista che si porta il pallone a casa. Il subentrato Marzullo centra il palo pieno su calcio da fermo da media distanza, i gialloblu controllano anche se la squadra di casa accorcia all’85’ con un nuovo innesto dalla panchina. Bella la girata di testa sul palo lungo di D’Angelo ed è 2-4. Cerignola che manca di un soffio la cinquina con Longo in contropiede, ma si oppone ancora Alcolino.

La caduta del Potenza rimescola le carte ai piani alti: ora quattro squadre sono racchiuse in soli tre punti. Tre vittorie ed un pareggio sono un bottino ottimo per la truppa di Grimaldi e venerdì si riapre il mercato con gli innesti promessi dal presidente Grieco. Domenica prossima al “Monterisi” arriva il Francavilla in Sinni, oggi battuto in casa dall’Altamura.

POMIGLIANO-AUDACE CERIGNOLA 2-4

Pomigliano: Alcolino, Avalla, Marotta, Guidelli (60′ Marzullo), Djibo, Mannone (79′ Allegra), Labriola (46′ D’Angelo), Alfano, Pisani V., Vitiello (76′ Savarise), Pisani D. (82′ Di Siervi). A disposizione: Caparro, Panico, Di Roberto, Di Finizio. Allenatore: Marco Nappi.

Audace Cerignola: Abagnale, Russo L., Di Bari, Ciano, Marinaro C., Ngom, Pollidori, Di Cillo, Russo S. (94′ Compierchio), Longo, Louzada (82′ Cianci). A disposizione: Maraolo, Morra, Cirulli, Parise, Di Noia, Vigliotti. Allenatore: Teore Grimaldi.

Reti: 19′ e 47′ Pollidori, 52′ Pisani D. (P), 59′ Marinaro C., 64′ Pollidori, 85′ D’Angelo (P).

Ammoniti: Pisani V., Djibo, Mannone, Alfano, Marotta (P).

Angoli: 3-6. Fuorigioco: 2-0. Recuperi: 0′ pt, 4′ st.

Arbitro: Biffi (Treviglio). Assistenti: Montesanti (Lamezia Terme)-Danese (Trapani).

CONDIVIDI
  • Forza gnola

    Grande Cerignola….. Presidente ma forse è meglio giocare in contemporanea perché forse il fatto di sapere in anteprima i risultati degli avversari può creare tensioni e cali di concentrazione…

  • ElDiablo

    Peccato per il pareggio in casa di domenica scorsa ma va bene così

    Forza Audace

  • Ultra’ da Torino

    Questi ragazzi per quello che stanno facendo meritano il sostegno e il tifo di tutta Cerignola. Domenica erano in undici giocatori contati in campo e tutti i ragazzi juniores in panchina!! Giocatori che erano stati ai margini nella prima perte del campionato ( vedi Morra, Pollidori e Marinaro) si sono caricati sulle spalle tutt’a la squadra e stanno portando a casa buoni risultati. ECOMIABILI!!!! Bene ha fatto il presidente a mandare via Fendandez e tutta la sua banda . Forza ragazzi Forza Audace. Ultras cerignolano da Torino

  • ElDiablo

    Grande Audace

    Avanti così