Una nuova sfida attende il team cerignolano Fighters Dibisceglia-Colucci, e questa volta ha un sapore davvero speciale: si parte per la Bielorussia, a Minsk, per il World Championship 2017 WPKA, in scena dal 29 novembre al 3 dicembre, dove a gareggiare sarà proprio il Maestro Savino Dibisceglia, già 7° dan.

«Questo sarà il mio undicesimo mondiale e non nascondo una certa emozione, perché mettersi in gioco a 42 anni in una competizione su scala mondiale, contro atleti di primo livello, non credo sia da tutti – dichiara Savino Dibisceglia a lanotiziaweb.it -. In tanti mi stanno incoraggiando e supportando, a cominciare dal mio collega e amico Domenico Colucci (già 5° dan, ndr.), e non ho difficoltà a dire che la preparazione è stata molto complessa e intensa. Partecipo con la consapevolezza che il sol fatto di essere lì, alla mia età, rappresenta già una vittoria. Non so per quanto altro tempo potrò gareggiare in prima linea, per questo ritengo sia un passaggio fondamentale della mia carriera».

Il cerignolano, già nazionale FISC, che negli ultimi anni ha portato in alto il nome di Cerignola, e dell’Italia intera nelle manifestazioni europee e mondiali di kickboxing, questa volta rappresenterà la nazione intera, espressamente scelto dal Presidente FISC Italia, Antonio Albano, per gareggiare nella categoria +85kg, nelle tre modalità semi-contat, Light contact e kick light. Con lui, nella categoria -65kg, ci sarà il piccolo campioncino Francesco Pio Dilernia, già campione mondiale 2017 nell’ultima manifestazione di Massa Carrara.

Un evento davvero particolare e importante, da un punto di vista sportivo, anche alla luce delle recenti delusioni in ambito calcistico. Cerignola potrà, in ogni caso, essere orgogliosa di aver rappresentato l’Italia nel mondo, seppur in uno sport differente dal calcio, grazie alla professionalità e alla competenza del team ofantino diretto proprio dal duo Dibisceglia-Colucci.