Il CAV “Titina Cioffi” è una struttura aperta e molto attiva anche ne settore della sensibilizzazione e formazione di nuove professionalità. Dall’attività di formazione nasce un nuovo soggetto giuridico, una nuova associazione, una nuova forza nel mondo del terso settore, l’Associazione “Fiori di Loto”. L’Assessore alle Politiche Sociali e del Lavoro Rino Pezzano, a fronte della costituzione dell’Associazione, manifesta il proprio compiacimento:

“Sono molto soddisfatto del lavoro messo in atto dalle operatrici del CAV e, contestualmente, compiaciuto di apprendere che una nuova Associazione di donne si è costituita per operare nel mondo dei servizi alla persona. Ho sempre creduto che l’attività di sensibilizzazione avvicina ai servizi le persone che intendono occuparsi del disagio, spendersi nell’aiuto e, di conseguenza, crearsi opportunità di lavoro. La sensibilizzazione non supportata dalla formazione, però, non produrrebbe le condizioni necessarie per mettere in campo nuove professionalità, nuovi servizi, nuovi attori sociali. Il Cav ha fatto sensibilizzazione e formazione e, frutto di questa encomiabile attività è la nascita della Associazione “Fiori di Loto”. Questa brillante operazione di cooperazione e sinergia garantisce la continuità d’intervento, l’integrazione professionale tra gruppi di lavoro, l’espansione dei servizi e, in particolar modo, l’ampliamento della maglia di intervento volto a fronteggiare il disagio.

Il terzo settore è una grande impresa non regolata dalla legge del mercato, non vede concorrenti ma spinge per la creazione di nuovi soggetti, non lavora per monopolizzare servizi ma per ampliare le fasce di intervento, non assorbe piccole imprese ma crea le condizioni perché le neonate associazioni possano esprimersi. Il mio più sentito ringraziamento alle operatrici del CAV, il mio augurio alla Presidente dell’Associazione “Fiori di Loto” Maria Pia Gisario, alla Vicepresidente Mariagrazia Michea, alla segretaria Grazia Pepe, alle socie Tea Loconte, Daniela Tummolo, Gabriella Capraro, Giusy Calvio e Valentina Di Biase.

Conclude Pezzano – Ho avuto modo di interloquire con loro, ho chiesto che nel primi mesi del 2018 ci sia una pubblica presentazione dell’Associazione e, in particolar modo, del progetto sociale che intendono realizzare perché sia noto alla città, al terzo settore e a tutte quelle persone che intendono perseguire la strada dell’impegno sociale perché la “Fiori di Loto” sia da sprono, da esempio e sia capace in futuro di sensibilizzare e formare nuove figure sociali. Ogni nuova Associazione è elemento di crescita della città.”.

CONDIVIDI