Giornata nera per le pantere di coach Fillaninno, che si vedono sconfitte dall’Ekuba Palmi per 1-3: in quel del Pala Dileo l’assenza di Giancane si sente, ma nonostante l’arrivo in casa fucsia di Ilaria Barbaro, le titolari di sempre si fanno valere fino all’ultimo. Per l’ottava giornata di campionato, le padrone di casa sono scese in campo con: Ameri, Barbaro, Catalano, Mancuso, Tralli, Bisceglia e Rubino. Per le ospiti: Tortora, Angilletta, Salamida, Speranza S., Ambrogio, Speranza I. e Carrozza nel ruolo di libero.

In un rumoroso primo set, le due squadre non indietreggiano e sfidandosi a suon di punti, il pareggio portato fino al 5-5 cambia quando Speranza S. si riscatta con un ace. Da quel momento, l’Ekuba prende il volo: Tortora mette a terra un diagonale, Speranza I. sigla un lungolinea e mentre la neo “pantera” Barbaro mura Tortora, il servizio out di Bisceglia e il mani out di Speranza S. donano il vantaggio alle ospiti. Sul 22-24 ed un esplosivo muro della Tralli su Speranza S., il Palmi conclude con il mani out di Tortora (23-25). Le sfumature del secondo parziale sembrano mutare aspetto e, tingendosi delle tonalità fucsia già dal rientro in campo, capitan Mancuso non molla la presa e spinge la squadra al successo. La laterale va a segno ripetutamente (lungolinea, due diagonali), poi con il suo mani out spalanca le porte ad un’agguerrita Ameri che, ottima nelle due fasi, entra nel muro avversario con estrema facilità fino all’11-4. Con il punteggio a favore, le ragazze di Filannino mordono duro e il duo Ameri-Mancuso si fa valere in prima linea: Mancuso entra con un pallonetto e Ameri sorprende il muro con un destro e due diagonali. Golden point firmato da Bisceglia (utilizzata ieri da centrale) che conclude 25-13.
Al rientro in campo, la tensione sale: l’Ekuba si porta subito al vantaggio, per la Pallavolo Cerignola è difficile rimanere a galla. Speranza I apre con un mani out, Tralli entra nel muro di Speranza S., quest’ultima esplode in zona d’attacco con un diagonale e piegando il muro di Bisceglia-Ameri. Dopo l’attacco errato di Mancuso, le sorti delle “pantere” sembrano già esser scritte: Speranza I. blocca Ameri, Tortora fa lo stesso su Barbaro e l’errore in fase di costruzione delle padrone di casa costa il 19-25. L’Fmi Shop tenta il colpo nel quarto periodo, ma i tentativi del duo Mancuso-Ameri rimangono vani a causa di una Catalano un po’ provata fisicamente: dopo il botta e risposta durato fino all’11-12, le calabresi si portano avanti grazie a Speranza I., alla bordata di Speranza S. sulla Barbaro e al diagonale di Tortora che penetra direttamente nel cuore della difesa locale. A giochi quasi conclusi, Mancuso è l’ultima ad arrendersi: sigla due punti ma nuovamente la ferocia di Speranza I. conclude il match per 21-25.
Seconda sconfitta consecutiva per le ofantine, attese ora nel prossimo turno dalla trasferta a Castellana Grotte, nel primo derby regionale del campionato.