Si tornava in campo dopo la settimana di sosta imposta dal calendario, ed è sempre complicato tornare a giocare quando si interrompe – anche solo per una settimana- il ritmo gara. Ma i ragazzi della Vinicola Errico Tecnomaster.biz hanno risposto alla grande, battendo a domicilio la Unipol Sai Lucera di Danilo Barbaro. Il risultato parla chiaro: 3 a 0 per i Cerignolani e i parziali parlano di una gara gestita ma combattuta: 22-25, 23-25, 18-25. La gara al Pala Dante di Lucera è stata di quelle ostiche, in un ambiente, quello Lucerino, dove è sempre complicato andare a giocare, dato il grande seguito che le squadre locali riscuotono. La Fenice scende in campo con il consueto sestetto+1: Marcone e Perilli a comporre la diagonale, Mennuni e Petruzzelli a martellare gli avversari e a contrastare gli attacchi lucerini Mancini e Mitiedieri al centro. Infine, il libero Calitri (risultato essere MVP del match).

La squadra di Barbaro si dimostra subito agguerriti, andando ad ingaggiare un punto a punto cruento con gli ofantini. Solo qualche imprecisione di troppo da parte dei Lucerini fa pendere l’ago della bilancia a favore della Fenice, che si impone sul primo set per 22 a 25. Mister Tauro richiama ad una maggiore precisione i suoi e serra le fila dei Diavoli Rossi, ma il secondo set è un continuo rovesciamento del punteggio. Il Lucera asserraglia l’Errico Tecnomaster.biz con i colpi dell’opposto Vantaggio, a cui solo uno strepitoso Calitri in fase di difesa riesce a impedire il dilagarsi. La Fenice stringe i denti e porta a casa anche il secondo set per 23-25. La gara si inasprisce ed anche la tensione agonistica gioca un ruolo importante, i toni si accendono ed in un palazzetto colmo di tifosi locali, l’arbitro è costretto ad ammonire per proteste prima coach Tauro e successivamente Danilo Barbaro (allenatore-giocatore del Lucera) per lo stesso motivo.

Nel terzo set la Fenice parte in svantaggio, ma a testa bassa inizia a martellare gli avversari. Un punto dopo l’altro, evita la fuga dei Lucerini, che a metà set crollano, sotto i colpi di Perilli e Mancini, frutto anche in un grande filotto di battute da parte di Mitidieri, che mette sotto pressione la retroguardia del Lucera, costringendola a giocare delle palle sporche. Il set viene battezzato per 18 a 25 per la Fenice e game over per Lucera. La Fenice doveva vincere e lo ha fatto, su un campo difficile e duro come quello della Unipol Sai Lucera.

Il commento tecnico di coach Tauro a fine gara è la sintesi perfetta della gara: “E’ stata una gara dura e non bella da vedere. Il gioco è stato molto fisico e si è giocato sempre sul filo. Tantissime palle sporche e poca costruzione pulita della nostra trama di gioco. Dopo una sosta, seppur breve bisognava essere abili a ritrovare subito la concentrazione. Oggi era importante riprendere a giocare e portare a casa tre punti fondamentali, soprattutto perché ottenuti fuori casa, su un campo molto difficile. Ora ci aspetta il Lecce, con cui probabilmente sarà una gara molto simile. Dovremo lavorare tanto in settimana per intensificare il nostro gioco. Ma sono soddisfatto del carattere e della lucidità messa in campo dai ragazzi, soprattutto nei momenti decisivi dell’incontro.”. Lavoro e dedizione per i ragazzi della Fenice, che saranno chiamati nel prossimo turno, sabato alle 20:30 al Pala Di Leo – di Cerignola – a continuare la marcia che li vede, al momento, nei piani alti della classifica.

Questo il tabellino del match: Petruzzelli 8, Mitidieri 6, Mancini 10, Mennuni 1, Terrazzi 5, Perilli 11, Marcone 5.

CLASSIFICA ALLA SESTA GIORNATA

Diesse Group Lucera 14; Pallavolo Molfetta, Errico Tecnomaster.biz La Fenice Cerignola 13; Volley Club Grottaglie 12; Toma Carburanti Ruffano 10; Trivianum, HappyCasa Pallavolo Martina 9; Laica Lecce Volley 6; Unipol Sai Lucera, Synteg Volley Cassano 2; Just British VolleyBitonto 0.

CONDIVIDI