TRIESTE – La Capitanata è nella assemblea nazionale di Fratelli d’Italia. Al II Congresso del partito, “Appello ai patrioti”, che ha confermato la leadership di Giorgia Meloni, la provincia di Foggia elegge 3 rappresentanti: Gianvito Casarella, Salvatore Valerio ed Antonella Zuppa. Anche in direzione nazionale la comunità dauna conserverà una presenza.
La squadra di 25 delegati complessivi ha assicurato così che fosse rappresentato tutto il territorio,a testimonianza della crescita nei 61 Comuni, secondo quanto chiesto a gran voce dal portavoce provinciale Giandonato La Salandra e da quello regionale, Marcello Gemmato.
Il partito cambia simbolo, coniugando passato e futuro, passando dal presente. E così fa anche Fratelli d’Italia in Capitanata.

I 3 ELETTI | Il 39enne Casarella è l’espressione unitaria di Reali Siti e Piana del Tavoliere: da sempre nei movimenti di destra (anche universitari e giovanili), già consigliere comunale per 2 mandati e provinciale, attualmente è coordinatore di Fdi a Cerignola.
Il 62enne Valerio, indicazione anche del consigliere Giuseppe Mainiero, è da sempre impegnato nella destra foggiana, con particolare attenzione al mondo dell’associazionismo, del volontariato e della cultura.
La 40enne Zuppa è l’indicazione della macro area del Gargano Nord: sanseverese, dirigente provinciale, è referente territoriale anche del dipartimento di tutela vittime in seno a Fratelli d’Italia.

Presente con quasi tutti i delegati designati al congresso provinciale del 22 ottobre scorso, la provincia di Foggia si è resa protagonista anche di un siparietto a margine dell’evento politico: l’omaggio di olio del territorio di Capitanata alla presidente Giorgia Meloni, simbolo dei valori e della economia del Sud, di cui Fdi deve essere portavoce in Italia ed in Europa.
“Confermiamo la nostra presenza nei massimi organi del partito a livello nazionale – commenta il portavoce di Fdi in Capitanata, La Salandra – a testimonianza della crescita che il partito sta registrando sul territorio. E in virtù di questo sono stati eletti tre componenti diversi tra loro per territorio e caratteristiche: dall’esperto militante Valerio, alla infaticabile attivista Zuppa, tra i primi ad aderire a Fdi. E c’è l’aggregante collaudato Casarella, per il territorio che ci vede crescere. Il giusto mix tra passato e futuro, generazione Atreju e non solo, nella prospettiva dell’ampliamento. E il grazie va anche a quanti hanno sostenuto queste posizioni, con spirito di gruppo, facendo passi indietro personali per un maggiore è più forte impegno nella propria realtà comunale. Ci stiamo strutturando ormai in maniera nuova e chiara. E dal territorio lanciamo la sfida politica della identità, partendo dalla selezione della classe dirigente: pulita, capace e preparata”.

  • Bevococacola

    CHE BELLA NOTIZIA, CHE GIOIA, COME SON CONTENTO.

  • la fen de Sciasciall

    eletti in 3 e in tutta Italia sono 4 … ma ve te cucc vagliò

  • nerofumo

    e farina ? lo hanno fatto fuori ?
    ma come ? con tutti i libri che ha scritto ??
    che cattivoni che sono questi fascistoni ……..

  • Pinuccio Bruno

    Casarella pur essendo un neo acquisto del FdI, è stato tenuto in considerazione dai vetereni del citato Partito. Infatti è stata applicata la stessa regola tenuta per i fuoriclasse dello sport-calcio. Uno calciatore bravo, rimane tale in qualsiasi squadra egli giochi.