L’Audace Cerignola è costretta dal pareggio “ad occhiali” dal Picerno, nell’ultima giornata di andata del girone H del campionato di serie D. Partita complicata per gli ofantini, alle prese fin dai primi istanti di gara con un avversario racchiuso nella propria metà campo: lo spunto decisivo non è arrivato e non si è andati oltre il risultato di partenza. Mister Grimaldi schiera subito dal 1′ il neoarrivo Moro, che compone con Pollidori e Ngom la mediana; Cappellari torna titolare in difesa, in avanti Marinaro-Longo-Loiodice, con Louzada che parte dalla panchina. Arleo non rinuncia al 4-2-3-1: il cerignolano Morra è il riferimento avanzato, supportato da Roberto Esposito, Matinata ed Emmanuele Esposito. Il Cerignola prende subito il controllo delle operazioni: al 6′ la punizione mancina di Carmine Marinaro termina non molto alta sulla traversa, gli ospiti provano a farsi vivi al 13′ con Esposito il cui sinistro è parato in due tempi da Abagnale. Al 15′, una bella azione manovrata dei gialloblu porta Moro a pescare Loiodice in area: il fantasista si accentra ma calcia debolmente fra le braccia di Ioime. Grimaldi vista l’inferiorità numerica in mezzo al campo dispone i suoi nello schieramento dei rivali, anche se l’Audace trova difficoltà nel reperire spazi, stante un Picerno molto raccolto con le linee racchiuse in appena venti metri. Si provano soluzioni personali dalla distanza, come nel caso di Loiodice al 39′, difettando abbondantemente in mira.

Al rientro dagli spogliatoi, Ciano rileva Allegrini in retroguardia: qualche minuto più tardi, Longo alza bandiera bianca a causa di un colpo all’anca sinistra subito nel corso del primo tempo: al suo posto Louzada. La più limpida pallagol per i padroni di casa al 50′: Pollidori ruba la sfera e si invola sulla sinistra, centro radente per Loiodice il quale però centra letteralmente da pochi passi Ioime che gli nega il vantaggio. Louzada perde banalmente palla davanti la propria area di rigore, Morra ne approfitta a metà non imprimendo la forza necessaria al sinistro che Abagnale blocca. Proteste cerignolane al 65′ per un presunto tocco col braccio di Impagliazzo su cross di Louzada: per l’arbitro Bindella di Pesaro non ci sono gli estremi per la massima punizione, ma i dubbi restano. Di Cillo prova a regalarsi il bis, stavolta il sinistro dell’under si perde sul fondo; debole invece la girata di testa di Pollidori sul calcio franco battuto da Marinaro. I lucani continuano solo e soltanto a fare muro, la generosità degli ofantini non viene premiata: nel finale la rovesciata di Louzada è fuori misura, al 92′ Ngom non arriva per un’inezia sul traversone basso del subentrato Sante Russo. Arriva un punto che potrebbe rappresentare una occasione persa, in realtà certe sfide quando non riesci a vincerle è meglio non perderle, trovandosi con una lunghezza in più in classifica.

Cerignola ora quarto a -3 dal Potenza tornato in vetta: il 2017 dei gialloblu si concluderà mercoledì contro la Nocerina per i sedicesimi di finale di coppa Italia. Poi la sosta natalizia ed il rientro in campo il 7 gennaio prossimo, quando sarà ospitato lo Sporting Fulgor.

AUDACE CERIGNOLA-AZ PICERNO

Audace Cerignola: Abagnale, Cappellari, Di Bari, Allegrini (46’ Ciano), Di Cillo, Pollidori, Moro, Ngom, Marinaro C. (81’ Russo S.), Longo (52’ Louzada), Loiodice. A disposizione: Maraolo, Compierchio, Matere, Cianci, Russo L., Bruno. Allenatore: Teore Grimaldi.

Picerno: Ioime, Cosentino, Impagliazzo, Carrieri, Caponero, Franzese, Agresta (78’ Romano), Esposito R. (67’ Lolaico), Matinata, Esposito E., Morra (87’ Sgovio). A disposizione: Romaniello, Claps, Sinisgalli, La Gioia, Giardinetti, Imbriola. Allenatore: Pasquale Arleo.

Ammoniti: Abagnale (AC); Franzese, Esposito E. (P).

Angoli: 6-1. Fuorigioco: 2-1. Recuperi: 1′ pt, 4′ st. 

Arbitro: Bindella (Pesaro). Assistenti: Colasanti (Grosseto)-Vannini (Siena).

CLASSIFICA ALLA DICIASSETTESIMA GIORNATA

Potenza 42; Cavese, Team Altamura 40; Audace Cerignola 39; Taranto, Gravina 29; Az Picerno, Nardò 26; Sarnese 21; Pomigliano 20; Gragnano 19; Alto Tavoliere San Severo, Francavilla in Sinni 14; Turris (-4), Frattese, Manfredonia 13; Aversa Normanna 10; Sporting Fulgor 9.

CONDIVIDI
  • tuttocampo

    Dove volete andare non è successo nulla adesso fate il veglione con la Società pensate a fare i bofolchi che solo quello potete fare…