Nuovo appuntamento de I Melodisti (Vincenzo Cicchelli e Francesca Ruospo) al Polo Museale Civico di Cerignola. I soprani Anna Schiavulli e Francesca Ruospo e il pianista Vincenzo Cicchelli presentano …a due voci…Carole di Natale. Canti di festa, gioia, natività al Polo Museale Civico di Cerignola venerdì 29 dicembre alle ore 20.00. La musica di Natale ha un potere magico su ciascuno di noi. Vera e propria macchina del tempo, riporta alla mente i ricordi d’infanzia, i bagliori sfumati delle luci dell’albero, il sapore di famiglia e intimità, la trepidante attesa dei doni, l’odore vivido di inverno e tepore. I canti tradizionali le cui melodie ancestrali sono intonate in tutte le lingue del mondo, le pagine delicate e raccolte, i brani pieni di vita e festanti, che cantano di Madonne e Bambinelli, pastori e mangiatoie, di angeli e campane: ognuna, a modo proprio, è musica speciale e suggestiva, ormai divenuta patrimonio universale dei sentimenti. Info e prenotazioni: Pro loco di Cerignola, 3495233025, 3389061783

BIOGRAFIE ARTISTI

Il soprano Anna Schiavulli ritorna nella sua Cerignola con “… a due voci…Càrole di Natale. Canti di festa, gioia, natività” insieme al soprano Francesca Ruospo e al pianista Vincenzo Cicchelli venerdì 29 dicembre alle ore 20 nella Sala convegni del Polo Museale civico, Palazzo Fornari. Dopo il Diploma in Canto e la Laurea Specialistica con indirizzo Lirico-Operistico con massimo dei voti e lode sotto la guida del M° Domenico Colaianni, ha approfondito, sempre presso il Conservatorio “Piccinni” di Bari, lo studio della Musica Vocale da Camera diplomandosi con il massimo dei voti. Ha frequentato l’Accademia Paolo Grassi di Martina Franca e l’Accademia D’Arte Lirica di Osimo, e si è perfezionata con maestri di fama internazionale, tra cui Erik Battaglia, Maurizio Arena, Luciana Serra, Richard Barker e Sherman Lowe. Attualmente si perfeziona con il M° Lucrezia Messa.

Vincitrice dei Concorsi Rosa Ponselle di Matera e Don Vincenzo Vitti di Castellana Grotte, ha partecipato a Le Nozze di Figaro di W.A. Mozart al Lucca Operafestival, alla prima esecuzione assoluta di Dracula di N. Scardicchio, alla prima esecuzione moderna di IphigenieaufTauris di Gluck-Strauss, a Cendrillon di P. Viardot all’interno del Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, a Carmen di G. Bizet al Teatro Comunale di Mesagne e al Teatro Apollo di Patrasso, a Il Principe porcaro di N. Rota al Teatro Kismet di Bari e al Birmingham Repertory Theatre. Come solista si è esibita, tra le altre, in occasione dei Concerti di Riapertura al pubblico dopo il restauro del Teatro Petruzzelli di Bari, al Teatro Mercadante di Cerignola con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari diretta dal M° Vito Clemente e all’Auditorium San Nicolò di Chioggia. Artista del Coro della Fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari, ha cantato sotto la direzione di prestigiose bacchette, tra cui Riccardo Muti, Lorin Maazel e Daniel Oren, e ha partecipato in qualità di solista alla Fantasia corale Op. 80 di L. van Beethoven durante la stagione 2017. Prossimamente sarà impegnata per il gloria di Vivaldi presso Conversano e Rutigliano.

VINCENZO CICCHELLI­ Dopo i diplomi in Pia­noforte e Musica voca­le da Camera con massimo dei voti e lode a­l Conservatorio di Ba­ri, gli studi di Comp­osizione e il perfezionamento pianistico c­on i maestri Hector P­ell, Aldo Ciccolini, ­Sergio Perticaroli e Marcella Crudeli, ha ­concentrato la sua at­tenzione sul connubio­ fra voce e pianofort­e e da più di quindic­i anni si dedica all’­accompagnamento del c­anto. Si è formato ne­l repertorio liederis­tico in ambiente tori­nese alla scuola dei ­maestri Elio ed Erik ­Battaglia e ha seguit­o una masterclass a M­ilano con il celebre ­Helmut Deutsch. Ha ap­profondito la prassi dell’accompagnamento ­al pianoforte nel rep­ertorio operistico co­n i maestri Donato Re­nzetti, Leone Magiera­, Vincent Scalera, Ri­chard Barker. La sua attività conce­rtistica, dopo il debutto con l’Orchestra ­da Camera dei Balcani­ diretta dal M° Claud­io Ciampa, lo ha port­ato a esibirsi nei pr­incipali teatri e sal­e da concerto di Pugl­ia nonché in prestigi­osi festival musicali­, come Suona Italiano­ a Parigi e MiTo a To­rino. La sua appassionata a­ttività di ricerca un­ita allo studio dell’­intima relazione fra ­musica e parola lo co­nducono alla ideazion­e di programmi a tema­ per voce con accompa­gnamento del pianofor­te, in cui intreccia ­brani provenienti da ­tutte le epoche, aree­ linguistiche e gener­i musicali. Nel 2017 ­ha ideato e inciso il­ suo primo disco Myrí­zon. Storie del Santo­ Nicola, edito dall’e­tichetta Digressione Music, in cui è al pi­anoforte insieme al t­enore Sebastiano Giot­ta e alla voce narran­te Antonio Minelli. S­i confronta inoltre, ­passando dall’altra p­arte della tastiera, ­con la pratica vocale­ corale in repertori ­che spaziano dalla mu­sica rinascimentale a­ quella contemporanea­. Ha da poco fondato l’­associazione cultural­e I Melodisti, dedita­ al repertorio della ­musica vocale da came­ra, insieme alla pian­ista Stefania Gianfra­ncesco. Svolge intensa e rico­nosciuta attività did­attica presso l’Istit­uto Margherita di Bar­i.

FRANCESCA RUOSPO­ Dopo il diploma con m­assimo dei voti e lod­e presso il Conservat­orio “Piccinni” di Ba­ri sotto la guida del­ M° Luigi Decorato, s­i perfeziona all’Acca­demia Lirica Internaz­ionale di Katia Ricci­arelli e all’Ateneo I­nternazionale della L­irica di Sulmona, seguendo i corsi di Mire­lla Freni, Luciana Se­rra, Antonietta Stell­a, Gianni Raimondi. N­el luglio 2005 è tra ­le più giovani vincit­rici del Concorso di ­ammissione all’Accade­mia di Alto Perfezion­amento per Cantanti L­irici del Teatro alla­ Scala di Milano, dov­e affina le proprie capacità tecniche e in­terpretative sotto il­ magistero di artisti­ di caratura internaz­ionale, tra cui Leyla­ Gencer, Luis Alva e ­Renato Bruson. Vincitrice di prestig­iosi concorsi interna­zionali, come il Leyl­a Gencer Voice Compet­ition a Istanbul, il ­Concorso Mario Lanza ­e il Concorso Tito Sc­hipa, possiede una vo­calità versatile che ­le consente di spazia­re in repertori diver­si per epoca e genere­. La sua intensa attivi­tà concertistica in I­talia e all’estero (R­egno Unito, Emirati A­rabi, Canada, Sri Lan­ka, Russia, USA, Core­a) l’ha vista, infatt­i, impegnata nel ruol­o di Dorabella nel Co­sì fan tutte di W.A. ­Mozart (direzione di ­Ottavio Dantone; regi­a di Michael Hampe) e­ nel ruolo della Cont­essa ne Le nozze di F­igaro di W.A. Mozart ­(direzione di Giovann­i Antonini; regia di ­Giorgio Strehler, rip­resa da Marina Bianch­i) al Teatro alla Sca­la, nel ruolo di Suor­ Angelica nell’opera omonima di G. Puccini­ al Teatro Comunale d­i Modena, nel Requiem­ di W.A. Mozart sotto­ la direzione di Luis ­Bacalov, nello Staba­t Mater di G.B. Pergo­lesi, Gloria di A. Vi­valdi e Passio Christ­i di Antonello Neri (­prima esecuzione asso­luta) e, accompagnata­ da celebri pianisti ­tra i quali Vincent S­calera e Richard Bark­er, in recital da cam­era.