Non poche polemiche aveva generato la questione della selezione pubblica per titoli e colloquio per l’assunzione di assistenti sociali e personale amministrativo a tempo determinato. Un avviso per il quale le domande possono esser presentate fino al 3 gennaio, con avvio 21 dicembre. Dopo le diverse polemiche sui social il primo cittadino replica al “nuovo” Partito Democratico.

«Con i bugiardi e gli incompetenti non ci sarà tregua. Cercano lo scandalo, non lo trovano, se l’inventano. Falsi e bugiardi sempre – scrive Metta -. Puntualmente fate figure da peracottari. È la prova di una assoluta inadeguatezza politica, culturale e di costume». E rincara la dose il primo cittadino: «avete sempre vissuto di raccomandazioni ed imbrogli, che anche zia Elena vi ricordò. Fu un lungo elenco di raccomandati assunti… in quanto fratelli e mariti. E, guarda che mi tocca fare, aveva ragione la Zia a lamentarsi della infedeltà di chi tanto era stato beneficiato».

Rispetto all’avviso Metta precisa: «l’ambito ha pubblicato un bando regolarissimo. Su la Gazzetta Ufficiale, sul sito del Comune, con annuncio persino sui social. Tutti potranno partecipare. Vinceranno quelli che saranno giudicati i migliori da una Commissione, che avrà totale autonomia ed indipendenza. E si, cara Sabina L’apalisse. Non abbiamo mariti da sistemare. Le regole sono regole. E noi le rispetteremo sempre. A differenza vostra. Intanto, avete perso un’altra occasione per tacere. Ed evitare di fare figure offensive dell’olfatto».

CONDIVIDI
  • Dino 1961

    E’ vero, ha detto la verità.

  • Gino

    Per 20 anni tua moglie ha ricevuto mandati da zia Elena….
    Meno ansiolitici e stimolatori fanno male al cuore

  • Puppi

    Basta chiedersi i vigili in servizio come sono entrati!

    • Anna

      Ricordo quando metta durante un comizio sventolava un elenco di racomandati e raccomandanti. Non ha mai fatto niente e i risultati si vedono.

  • Francesco

    Si è dimenticato del genero, delle foglioline e delle varie amanti.

  • Querelantedoc

    Ecco, questo è il caso tipico in cui può scattare la querela con richiesta di risarcimento danni. Se non si fa neanche questo minimo passo allora stiamo proprio messi male. E sinceramente la querela io cercherei di estenderla anche al suo “amicone” Pezzano perchè Metta è ufficialmente un nullatenente (scandalo degli scandali) mentre il suo “amicone”, repetita iuvant, qualcosa da rimettere ce l’ha. Avranno lo stomaco i nostri amici piddini per fare questo semplice atto? Ai posteri l’ardua sentenza.

  • W la politica

    Litigano ,fanno e dicono e sotto sotto sono amici. …