Alla nota del Partito Democratico con cui si ravvisava l’inopportunità che il capogruppo di maggioranza Loredana Lepore fosse difensore si una cliente in un giudizio contro il Comune di Cerignola, replicano la stessa Lepore e il Sindaco Franco Metta.

«Non rispondo al PD, al loro comunicato ridicolo, vile, ingiusto e privo di firmatari. Rispondo ai cittadini – ha detto Loredana Lepore -. Una signora è caduta in una buca stradale e ha chiesto al suo avvocato di fiducia (che sarei io), di incardinare una causa al Giudice di Pace, per ottenere un risarcimento di euro 4.000,00 circa. Quale norma avrei violato? Nessuna. Quale conflitto di interessi? Nessuno. Al PD locale, alla nuova segreteria, piace fare chiasso, cercando l’imbroglio, dove non esiste. È un miserabile tentativo di dimostrare a qualcuno di esserci. Silenti su argomenti importanti per la città e desiderosi e divertiti solo a denigrare, demolire, piuttosto che costruire».

Il primo cittadino invece ha parlato di «offese» da parte della «ridicola segreteria del PD di Cerignola. Una cliente abituale dello studio legale di cui è titolare la mia amica e collega Loredana Lepore subisce un infortunio per strada. Causa di competenza del Giudice di Pace, con una richiesta di risarcimento di 4.000 euro. L’avv. Lepore assume l’incarico professionale di tutelare l’infortunata. Del tutto legittimamente. Il Consiglio Comunale, di cui l’avv. Lepore fa parte, non ha alcuna competenza rispetto a questi giudizi. La Giunta Comunale, di cui fanno parte persone amiche della collega, si è comportata in maniera impeccabile. Ha dato mandato di resistere in giudizio alla Avvocatura Comunale. Questa si è costituita in giudizio, si è difesa, in maniera competente ed energica. La causa è sub iudice. Secondo le ineludibili regole dell’ordinamento giudiziario. Dov’è lo scandalo o il malcostume, signori del PD? La nostra è una Amministrazione che ha portato a Cerignola milioni di euro. Che gestisce gare, concorsi e quant’altro. A questa vicenda devono appigliarsi per tentare di gettare fango sulle persone di questa maggioranza? È il miglior complimento che ci potessero fare. Resta il miserabile, vile, ingiustificato tentativo di ferire una professionista seria, impegnata, stimata e rispettata. Pensate che, per colpa di un inadeguato centro destra, Cerignola rischiò di finire nelle mani di questi energumeni incompetenti ed incapaci, mossi solo da livore personale e dal gusto di infangare tutto e tutti. Esprimo a Lory amicizia e solidarietà. Ribadisco la condanna per questi metodi diffamatori e vetero inquisitori. Cercano lo scandalo – rimarca Metta -, che non c’è, perché non hanno spessore amministrativo e culturale per stare al passo con una Cerignola che cresce e cambia in meglio. Una conclusione “l’apalissiana” scriverebbe la inadeguata segretaria cittadina del PD».

2 COMMENTI

  1. Avv.Sabina Ditommaso…ciuccia eri e ciuccia sei rimasta…
    Per la Lepore:
    Prima faceva gli imbrogli con la compagna di merende Rosa Mennuni ed iggi con chiunque… e Franchino a fare da autista….meggj la vu’?

Comments are closed.