Dovrebbe essere un 2018 di riscatto per la Castellano Udas: per i biancazzurri comincia un girone di ritorno che quantomeno si spera possa essere foriero più di sorrisi e poche amarezze. E così, cercando di recuperare infortunati e aspettando novità (si spera) sul fronte mercato, i “cannibali” attendono domani alle 18 al Pala “Dileo” la formazione del Globo Campli. Gli ospiti alla prima giornata avevano fatto bottino pieno contro gli udassini, che pagarono lo scotto dell’esordio ma di certo non si aspettavano come il girone di andata si sarebbe evoluto da quel momento in poi. Gigi Marinelli, intervistato dal sito della società biancazzurra, dice: «Stiamo cercando di recuperare gli infortunati e soprattutto capire se dal mercato potremmo prendere un elemento valido a rinforzarci. Abbiamo dato il massimo pur tra mille difficoltà e speriamo che il momento negativo passi in fretta». Il Campli allenato da Pietro Millina punta sul duo Cantagalli-Miglio con Serafini in cabina di regia: in classifica è terzo, in condominio con Recanati. Sono diciotto i punti finora conquistati (nove vittorie e sei sconfitte, ndr), con gli abruzzesi decisi a vincere lontano da casa.

5 COMMENTI

  1. Scusate ma Gambarota che fine ha fatto????
    Ma si può sapere perché quando qualche giocare rescinde e va via l’ufficio stampa Udas non ne parla mai?? Così come accaduto con Iannilli sparito dalla circolazione senza alcun comunicato ufficiale!
    Sento interviste nella quali si parla di sfortuna… ma che dite!!!! I giocatori vengono pagati o no?????? Tutti vogliono andar via altro che mercato e riscatto!
    Siate sinceri almeno una volta!

  2. Tutto sotto controllo, il minibasket va alla grandissima!
    Comunque se i ragazzi non dovessero essere pagati è giusto che vadano via e l’Udas in C!

  3. Prevedo che oggi se la giocheranno fino a pochi minuti dal termine e poi la sfortuna si abbatterà sull’udas e Campli immeritatamente avrà la meglio!
    Ahahahahahahahahahah

  4. Povera Udas che è capitata nel girone contro 15 squadre che si chiamano Sfortuna! Ma un esame di coscienza nell’ammettere che probabilmente si è sbagliato tutto no eh!!!!!!

Comments are closed.