Dopo quasi venti giorni di riposo, si riparte: l’Audace Cerignola, nella prima giornata di ritorno del girone H di serie D, ospita lo Sporting Fulgor per continuare ad inseguire la vetta del campionato. Un periodo di sosta estremamente proficuo per gli ofantini, che hanno trascorso le Feste natalizie col sorriso grazie anche alla qualificazione agli ottavi di coppa Italia ai danni della Nocerina: qualche giorno per ricaricare le batterie, poi lavoro per mantenere alta forma fisica e concentrazione in vista del ritorno in campo. E’ un Cerignola che certamente non sta a guardare, come dimostrano i movimenti di mercato degli ultimi giorni: Eric Herrera e proprio ieri gli annunci ufficiali di Gennaro Donnarumma (classe ’98) e Gabriele Carannante (nato nel 1999). Due under indubbiamente di prospettiva e dalle spiccate capacità tecniche: Donnarumma -proveniente dalla Casertana- esterno sinistro dotato di corsa e grandi spunti; Carannante -arrivato dalla Vibonese- centrocampista centrale giunto a fornire una opzione in più a mister Grimaldi. L’altra ed importante novità riguarda la nomina del nuovo direttore sportivo, con Gianluca Torma presentato a stampa e tifosi: «Ringrazio il presidente Nicola Grieco per avermi scelto, qui si pensa già da professionisti anche se si gioca fra i dilettanti -ha esordito il nuovo ds-. L’allenatore ha svolto un grandissimo lavoro, si è creato un bellissimo percorso: il gruppo è unito, ci sono grandissimi uomini. In punta di piedi cercheremo di essere protagonisti, restando sempre vigili sul mercato». Grimaldi ha recuperato dagli infortuni gli uomini fermi nelle ultime settimane: finalmente scelte ampie ma formazione top secret, anche se potrebbe debuttare Eric Herrera. Il transfert del tornante è arrivato e quindi sarà disponibile per la sfida che aprirà la seconda metà di stagione. Intanto si registra anche un altro gradito ritorno: Andrea Gissi è stato integrato nello staff dei fisioterapisti e collaborerà assieme agli altri già presenti in organico.

Lo Sporting Fulgor del presidente Lanza è ultimo in graduatoria, con appena 9 punti racimolati in diciassette partite: appena due i successi, tre i pareggi e dodici le sconfitte. L’impegno contro i biancorossi però non può e non deve essere sottovalutato, perché pur avendo la peggior difesa del girone assieme al Francavilla, negli ultimi due turni sono arrivati due ko di misura con squadre del calibro di Altamura e Potenza. Esonerati Lopolito prima e Prosperi poi, Lanza ha assunto la piena guida anche tecnica della squadra, così come accaduto l’anno scorso in Eccellenza: lo Sporting Fulgor arriva da otto stop consecutivi, seguiti alla vittoria sulla Frattese che appunto rappresenta l’ultima occasione in cui ha totalizzato punti. Nel mercato, sono partiti elementi come Asselti, Cesareo e Stefanini; in entrata invece si segnalano gli innesti di Dellino (fresco ex cerignolano), Nitti e Burdo. Fra i calciatori più rappresentativi i centrocampisti Petitti e Guadalupi, l’attaccante Tulimeri.

All’andata la sfida d’esordio del torneo non si giocò, con il Cerignola che si è visto attribuire la vittoria a tavolino: calcio d’inizio al “Monterisi” alle ore 14.30, con la direzione arbitrale affidata al sig.Lipizer, della sezione di Verona.

CONDIVIDI