Gli Uniti per Cerignola inciampano nell’undicesima giornata di campionato: l’Atletic Taranto mostra carattere grazie alla presenza di Guarini e l’espulsione prematura della Sciannamea dona loro un netto 4-1. Nonostante la grande prestazione del capitano Dilucia e il supporto del duo Di Bari-Maratea, Frisani manda in tilt la squadra nel secondo tempo commettendo fallo sulla Depane e per le ragazze di Latartara diventa molto più facile ancorarsi al primo posto in classifica. Per il match in quel di Taranto, mister Patetta ha schierato: Sciannamea in porta, Maratea e Carlone sulle fasce, Dilucia in difesa e Frisani in attacco. Per le padrone di casa, in campo: Della Corte in porta, Galiano, Gallina, Lazzaro e Laneve.

Cuore e tecnica regnano sovrane nel primo tempo per entrambe le squadre: nonostante l’assenza del pivot Guercia, gli Uniti per Cerignola se la giocano alla pari, prima del vantaggio locale siglato dall’astuzia di Gallina con un rasoterra schivando la difesa di Dilucia alla seconda occasione delle avversarie. Sciannamea blocca Galiano in area, Dilucia frena Lazzaro in corsa, Maratea alza troppo la palla da calcio d’angolo di Frisani; Dantone entra in campo (al posto di Maratea), e senza frutto restano i tentativi di Dilucia e Frisani di recuperare il punteggio. Mentre le ofantine continuano a mantenere il possesso palla, nelle poche occasioni create il Taranto si dimostra cinico: Guarini entra in area, confonde Frisani e mette dentro con un destro. Sotto 2-0, Patetta azzecca i cambi con l’ingresso di Di Bari e Maratea (fuori Frisani): Guarini devia il colpo preciso di Dantone, Dilucia continua a bloccare gli attacchi di Lazzaro, poi l’assist pulito di Di Bari per Maratea riaccende gli animi delle ospiti (2-1).
Nei primi istanti del secondo tempo, gli Uniti dimostrano nuovamente il carattere: il quintetto cerignolano (Sciannamea, Dilucia, Maratea, Frisani e Di Bari) crea occasioni in serie. Di Bari per due volte non ha fortuna, Frisani non mira bene la porta da centrocampo: Sciannamea si salva sui colpi di Lazzaro, Frisani commette fallo (non fischiato) sulla De Pane causando un po’ di tensione. Su quell’errore, non considerato tale dall’arbitro, De Pane abbandona il campo e Carlone prende il posto di Frisani tra urla e contestazioni. Da quel momento per l’Atletic si fa tutto molto più facile: Guarini si avvicina all’area, interviene Sciannamea ma secondo il direttore di gara è cartellino rosso poiché il portiere cerignolano è uscito dall’area (anche se ci sono forti dubbi sulla decisione); inoltre Dilucia subisce un ammonizione per aver proteste. Dalla conseguente espulsione, Digregorio non può nulla su Guarini e il Taranto si porta sul 3-1. Dantone prova rabbiosamente a reagire, è però Laneve a mettere fine alla partita con un rasoterra che sorprende Digregorio.
Domenica 14 gennaio, presso il campo Fares, andrà in scena la dodicesima giornata di serie C che vedrà opposti gli Uniti per Cerignola al Makula Molfetta, con inizio alle ore 16.
CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA
Atletic Club Taranto 27; Arcadia Bisceglie, Makula Molfetta 25; Atletico Melpignano 22; Manfredonia 2000, Olympic Trani 21; Sirio 20; Sammichele 19; Uniti per Cerignola 16; Soccer Sava 14; Soccer Altamura 13; Futsal Salinis, Atletico Bitonto C5 9; Neapolis Futsal Club 0.