Si interrompe ad otto la striscia positiva dell’Audace Cerignola: a Nardò gli ofantini vanno ko 2-1, ma hanno tanto da recriminare sul rigore concesso che ha sbloccato il risultato e sulla sfortuna che ha negato il momentaneo pareggio. Grimaldi deve fare a meno ancora di Pollidori: nell’undici di partenza c’è il debutto per Maiorano, in mediana anche Carannante. Cambio anche in avanti, con Louzada che fa sedere in panchina Loiodice. Solito 3-5-2 per Taurino, Agodirin e Cavaliere in attacco e Prinari libero di svariare. La prima nota di cronaca al 15′ Versienti conclude debolmente una veloce ripartenza dei salentini. Il terreno di gioco è in condizioni impresentabili, l’Audace prova a fare la partita ma non riesce ampiezza nella manovra. Non fa male il colpo di testa di Allegrini sulla punizione di Marinaro, mentre al 25′ è fantastico il riflesso di Abagnale sulla sforbiciata di Scipioni scaturita da corner. Herrera prima della mezz’ora serve Longo, stop e tiro immediato ma sfera larga. Sul finale di tempo gli ospiti cercano di sbloccare il punteggio: al 34′ Louzada devia in leggero ritardo sul secondo palo una punizione di Marinaro, sempre su calcio franco del numero 10 il brasiliano inzucca fiaccamente. Al 44′ Di Bari svirgola un traversone di Mangione, Abagnale alza in corner.

Il primo acuto della ripresa è dei granata, ma Cavaliere in area piccola non riesce ad incidere. Subito dopo Louzada non approfitta di una favorevole occasione facendosi ribattere in angolo, ancora l’esterno calcia in area e Mirarco respinge come può. Al 63′ l’episodio che stravolge il match: Allegrini quasi sulla linea di fondo spinge leggermente Agodirin, che accentua di molto la caduta ed il signor Angelucci non esita un secondo ad indicare il dischetto. Rigore molto generoso, Bertacchi trasforma spiazzando Abagnale, rompendo l’imbattibilità della difesa cerignolana. Un giro di lancette prima, erano stati i gialloblu a richiedere la massima punizione per un tocco di mano di Cassano, che più di un dubbio ha sollevato. Grimaldi inserisce Moro e Donnarumma in luogo di Maiorano e Di Cillo: Agodirin gira alto di testa un pallone servito da Versienti. Entra in campo Loiodice, il barese ci mette pochissimo a farsi notare: al 75′ pennella su punizione, palo pieno. Sempre Loiodice cerca la soluzione a giro, sfera di un nulla a lato. C’è anche Morra all’assalto finale, e all’87’ l’ariete sottomisura gira alto sulla traversa una sponda di Di Bari. Proprio al 90′ il Nardò raddoppia: prolungato possesso leccese, dalla destra palla ad Agodirin che salta Di Bari ed infila Abagnale sul primo palo. Al sesto ed ultimo minuto di recupero, Loiodice (forse tardivo il suo impiego vista la sua prestazione) deposita in rete di prima intenzione su appoggio di Morra.

Non c’è più tempo, il Cerignola conosce la terza sconfitta in campionato e resta secondo, a -4 dal Potenza ed in compagnia della Cavese. Domenica prossima al “Monterisi” ci sarà il Gragnano, oggi sconfitto dalla stessa capolista.

NARDO’-AUDACE CERIGNOLA 2-1

Nardò: Mirarco, Scipioni, Caporale, Bertacchi (76′ Gigante), Cassano, Mangione, Capristo (86′ Bolognese), Versienti, Cavaliere (65′ Palmisano G.), Prinari (80′ Rosato), Agodirin. A disposizione: Selva, Trinchera, Di Cosola, Greco G., Greco O.. Allenatore: Roberto Taurino.

Audace Cerignola: Abagnale, Russo L., Allegrini, Di Bari, Di Cillo (65′ Donnarumma), Maiorano (65′ Moro), Carannante, Marinaro (73′ Loiodice), Louzada, Longo, Herrera (80′ Morra). A disposizione: Maraolo, Cappellari, Ngom, Ciano, Russo S.. Allenatore: Teore Grimaldi.

Reti: 64′ Bertacchi rig., 90′ Agodirin, 96′ Loiodice (AC).

Ammoniti: Bertacchi, Capristo, Cavaliere, Gigante (N); Di Bari, Di Cillo, Carannante (AC).

Angoli: 2-3. Fuorigioco: 0-1. Recuperi: 1′ pt, 6′ st.

Arbitro: Angelucci (Foligno). Assistenti: Cravotta (Città di Castello)-Suriani (Perugia).