«Il lavoro del Consorzio di Igiene Ambientale FG4 è ammirevole e l’impegno del Presidente Metta è encomiabile perché sollevare dal baratro un’azienda importante come la SIA non è impresa da poco». 

Con queste parole Loredana Lepore, Capogruppo consiliare del Gruppo di Maggioranza “La Cicogna”, interviene sull’argomento che in queste settimane sta tenendo banco: Il futuro di SIA, l’Ordinanza del Presidente Emiliano, il supporto di ASECO e l’avvio della Raccolta Differenziata previsto ad Aprile.

«Circa 2 anni e mezzo fa ereditammo una SIA moribonda, un’azienda che aveva le ore contate. La strada più facile sarebbe stata lasciarla morire, consegnare le carte in Tribunale non assumendosi nessuna responsabilità in quanto appena eletti. La più complessa, tortuosa, impegnativa, studiare soluzioni volte sollevare l’azienda dal baratro, affrontare le cause che portavano SIA la fallimento, valutare gli effetti e progettare un futuro innovativo che restituisse dignità alla grande società – continua Lepore sulle ultime vicende –. La Regione Puglia ha compreso bene la grande importanza della SIA, strategica nel ciclo dei rifiuti di capitanata. Ha dialogato tanto con un Consorzio ben rappresentato dal Presidente Metta, ha trovato, in comune accordo con il Consorzio ed il Presidente, la migliore soluzione volta a stravolgere definitivamente e strutturalmente il ciclo dei rifiuti affiancando per un periodo la ASECO, società interamente pubblica, negli investimenti che, in futuro, resteranno proprietà di SIA. Se tutto ciò è stato possibile è solo grazie alla professionalità, alle competenze, alla serietà del Consorzio e del Presidente Metta al quale riponiamo sempre la Nostra più piena fiducia».  

Il Consigliere Lepore conclude focalizzando l’attenzione sulla  raccolta differenziata: «Questo sarà l’anno della svolta, dell’imprenditorialità di SIA che, con nuovi mezzi, con attrezzatura innovative e altamente professionali sarà in grado di offrire un nuovo servizio di spazzamento della città. Il fiore all’occhiello sarà   differenziata il cui inizio è stabilito per la fine di Aprile nella centrale zona del Duomo e che, rione dopo rione dopo,  entro Dicembre 2018 investirà l’intera città. Mai avuto dubbi sul lavoro del Presidente Metta, mai ripensamenti sull’operato del Consorzio, l’enorme lavoro messo in campo in questi due anni oggi premia».

4 COMMENTI

  1. Perché non sopprimere il consorzio igiene ambientale che non serve ad una beata minchia e costa un occhio della testa? Purché non cedete le funzioni del consorzio a sia ? Perché non provi a dimistrare che sbaglio?

  2. CI AUGURIAMO CHE SIA DAVVERO L’ANNO DELLA AUSPICATA MESSA IN ATTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CHE NON PUO’ CHE CREARE BENEFICI ALLA COMUNITA’ ED A CUI FORNIREMO TUTTE LE NOSTRE ENERGIE .

Comments are closed.