Seconda sconfitta consecutiva per l’Audace Cerignola: nella 20ma giornata del girone H di serie D, gli ofantini si fanno imporre lo stop da un gagliardo Gragnano che con un gol per tempo porta via una vittoria preziosissima in ottica salvezza. Non è bastata la spinta di un “Monterisi” tornato a riempirsi per tornare al successo: la gara è subito stata in salita e l’espulsione di Donnarumma al tramonto del primo tempo ha complicato il tutto. Grimaldi inserisce proprio Donnarumma a sinistra in luogo di Di Cillo; a centrocampo c’é Ngom con il confermato Maiorano e Marinaro, Loiodice di nuovo titolare con Herrera che si accomoda in panchina. Il tecnico del Gragnano Campana (squalificato), disegna un 4-5-1 con il solo Cioffi di punta, ma a turno supportato da Mansour e Napolitano. Il match cambia i suoi connotati già al 7′: Donnarumma appena dentro l’area di rigore frana su Napolitano, il sig.Iacovelli di Latina concede il penalty che Martone trasforma con freddezza, spiazzando Abagnale. Il portiere di casa rischia la figuraccia sul rinvio del dirimpettaio Giordano, recuperando all’ultimo ed alzando in corner. Il colpo subito è metabolizzato lentamente dai gialloblu, anche se Longo a centroarea ed al volo manda incredibilmente fuori al 19′, vanificando la bella sgroppata di Louzada sulla destra. A metà frazione, Abagnale si riscatta volando in corner su Mansour e ripetendosi su Martone da corta distanza; nella seconda metà del primo tempo l’Audace si mostra più convinto e propositivo. Loiodice ci prova col destro, Giordano recupera in tempo la posizione sulla sfera carica d’effetto e salva di pugno (34′). Due minuti più tardi Longo aggancia, palleggia e tira, centrando il palo esterno, in posizione molto defilata. Al 40′, per proteste, Grimaldi viene allontanato dal direttore di gara, al 43′ Donnarumma rimedia il secondo cartellino giallo e lascia i compagni in inferiorità numerica. Poco dopo, Luca Russo dalla distanza tenta di infilare la porta sguarnita da un’uscita di pugno di Giordano, trovando la buona guardia di Martone.

Al rientro dagli spogliatoi, nel Cerignola ci sono Moro e Di Cillo rispettivamente per Maiorano e Ngom: le “cicogne” provano ad offendere, e bisogna aspettare il 62′ per annotare la bordata potente di Louzada che sbatte in pieno sulla traversa a portiere battuto. Il brasiliano di testa raccoglie sul secondo palo un invito di Loiodice, Giordano è attento e mette in angolo: dalla bandierina impatta Di Bari il cui colpo di testa finisce a lato di poco. I gialloblu si espongono inevitabilmente alle ripartenze dei campani, con Cioffi che al 70′ si fa respingere il diagonale da Abagnale. Quest’ultimo però non può nulla al 78′, quando Franco avanza palla al piede e fa partire un mancino infido quanto beffardo, col pallone che carambola su entrambi i pali prima di finire in fondo al sacco. C’è anche Morra nel locali, eppure l’ultima azione è quasi un regalo degli ospiti: su cross di Moro, Martone colpisce in malo modo costringendo Giordano a rifugiarsi in angolo. L’ultima mossa di Grimaldi è Herrera, però la partita dell’ex Partizan Tirana dura dieci minuti scarsi perché viene espulso dall’arbitro per condotta non regolamentare ai danni di un avversario. L’incontro termina fra i fischi dello stadio, per uno stop che ai fini della classifica appare piuttosto pesante: la dirigenza a fine gara si è detta vicina alla squadra ed allo staff, obiettivo ora tornare a fare quadrato per rialzarsi al più presto.

Domenica prossima c’è la difficile trasferta a Taranto, contro gli jonici che sono invece col morale a mille e provengono da quattro affermazioni consecutive: Cerignola ora terzo a -7 dal Potenza e a -3 dalla seconda piazza occupata dalla Cavese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

AUDACE CERIGNOLA-GRAGNANO 0-2

Audace Cerignola: Abagnale, Russo L., Di Bari, Allegrini, Donnarumma, Maiorano (46′ Moro), Ngom (46′ Di Cillo), Marinaro (79′ Herrera), Louzada (72′ Morra), Longo, Loiodice. A disposizione: Maraolo, Cappellari, Ciano, Carannante, Russo S.. Allenatore: Teore Grimaldi.

Gragnano: Giordano, Chiariello, Martone, Baratto, Liccardi, Napolitano (65′ Moccia), Mansour, Franco, Gassama, Formisano, Cioffi (89′ Guidone). A disposizione: Smaldone, Diglio, Montuori, Mbye, Esposito, Avitabile, Tascone. Allenatore: Rosario Campana (squalificato).

Reti: 8′ Martone (rig.), 78′ Franco.

Ammoniti: Donnarumma (AC); Giordano, Formisano (G). Espulsi: al 43′ Donnarumma (AC) per doppia ammonizione, all’87’ Herrera (AC) per comportamento non regolamentare nei confronti di un avversario.

Angoli: 8-5. Fuorigioco: 1-0. Recuperi: 3′ pt, 4′ st.

Note: espulso al 40′ il tecnico dell’Audace Cerignola, Grimaldi.

Arbitro: Iacovacci (Latina). Assistenti: Pintaudi (Pesaro)-Pizzi (Termoli).

CLASSIFICA ALLA VENTESIMA GIORNATA

Potenza 49; Cavese 45; Audace Cerignola 42; Team Altamura 41; Taranto 38; Gravina 34; Az Picerno, Nardò 33; Pomigliano 24; Gragnano 23; Sarnese 22; Alto Tavoliere San severo, Francavilla in Sinni 18; Turris (-4) 17; Frattese 14; Aversa Normanna 13; Manfredonia (-2) 12; Sporting Fulgor 9.

6 COMMENTI

  1. Ora si che convocheranmo un incontro col prefetto. Vertice sicurezza audace nel caso scappasse lo sponsor. Sei imbarazzante per li’ntera città sindaco.

  2. Allontanare prima possibile il primo cittadino dalle vicende calcistiche e non solo, altrimenti molti di noi non vi seguiranno.
    Cara famiglia Grieco, possibile che non lo intuite

    • Come fanno i Grieco af andare contro il sindaco dal momento in cui quest’ultimo gli ha preparato lo stadio a norma..con i soldi nostri però mica è fesso

      • Che c’ entra quello é stato Carluccio con le sue conoscenze e competenze a fare lo stadio a norma

  3. finchè quello viene allo stadio, noi resteremo a casa a vedere la serie A, LO VOLETE CAPIRE!!! GRIECO !!! SVEGLIA!!! A QUEL DITTATORE NON LO VOGLIAMO!!! E POI PORTA PURE IELLA

  4. Caro Presidente devi capire che gli acquisti che hai fatto di calciatori di fine carriera non sono sempre campioni il perchè sono mercenari vanno ha rubare gli ultimi soldi. comunque ieri mi sono gustato le 2 penne di Gragnano. non sognate… il campionato lo vince il Potenza…

Comments are closed.