In dirittura d’arrivo la corsa alle candidature per le politiche del 4 marzo, questione in cui Cerignola non si comprende ancora bene quale ruolo avrà. Da giorni gira voce che al Senato, nel collegio uninominale Puglia/03, ci sarà una personalità o forse più di una a rappresentare non solo il vasto territorio di riferimento, ma direttamente la città di Cerignola. In area centrodestra infatti prende piede il nome dell’imprenditore dell’agroalimentare Giusto Masiello. Il patron della IPOSEA sarebbe infatti l’uomo che Silvio Berlusconi sarebbe pronto a spendere nel faccia a faccia con il candidato del centrosinistra, rispetto al quale vige ancora il massimo riserbo.

Altro nome cerignolano, girato sulle pagine del quotidiano pugliese La Gazzetta del Mezzogiorno, è quello di Elena Gentile, attualmente impegnata nel mandato da Europarlamentare. Seppur la Gentile conferma di voler proseguire il suo impegno a Bruxelles, in una intervista comparsa su La Gazzetta lo scorso 2 gennaio ha detto: «non conta il destino personale ma ciò che serve di più alla “causa”. Ed io, come sempre, sono a disposizione della causa». Apertura che lascia immaginare la possibilità di una discesa in campo, probabilmente proprio nell’uninominale.

Di Cerignola non ci sarebbero al momento altri nomi papabili. Tuttavia ogni forma di ufficialità potrebbe arrivare nelle prossime ore, quando giungeranno le prime notizie verificate. La partita elettorale del 4 marzo apre scenari difficili, considerato che probabilmente si tratterà di un governo di breve durata e nessuno vuol rischiare di lavorare per restare in carica qualche mese.

4 COMMENTI

  1. ma ci lo conosce. non lo votano nemmeno i suoi dipendenti. che ne sa di politica e dei problemi di una comunità. è assurdo.

Comments are closed.